CORONAVIRUS

Covid Usa, studentessa malata trovata morta nella sua camera: «Era sola in quarantena»

Venerdì 6 Novembre 2020 di Alessia Strinati
Covid Usa, studentessa malata trovata morta nella sua camera: «Era sola in quarantena»

Una studentessa di un college è stata trovata morta nella sua stanza dove si trovava in quarantena dopo aver contratto il coronavirusBethany Nesbitt aveva manifestato i sintomi del Covid-19 la settimana prima che il suo corpo fosse trovato all'interno di una residenza presso il Grace College, nel Michigan.

Appello al ministro Speranza: «Io malato di cancro, per me non c'è posto in ospedale»

 

 

La ragazza aveva poco più di 20 anni e si stava per laureare. Bethany soffriva di asma e intorno al 20 ottobre ha iniziato a manifestare i primi sintomi della malattia. Dopo aver fatto il tampone ha scoperto di essere positiva al virus e si è isolata all'interno della stanza in cui viveva nel college. «Dopo un'indagine completa e un'autopsia, la causa della morte è stata dichiarata naturale a causa di un embolo polmonare che non era stato rilevato in precedenza e che l'ha uccisa» ha spiegato al Sun un poliziotto. Il medico che ha valutato il corpo ha spiegato che però il covid avrebbe avuto un ruolo fondamentale nella morte della 20enne.

 

 

 

Sotto choc non solo la famiglia ma tutto il college che ha garantito che la studentessa sarà sempre ricordata all'interno dell'istituto. La ragazza è sempre stata attenta, ha sempre mantenuto le distanze e indossato la mascherina, ma non è stato sufficiente per proteggersi dal virus. I suoi cari hanno ringraziato tutti coloro che hanno dimostrato loro affetto e supporto ma hanno voluto sottolineare come questa malattia non vada sottovalutata, nemmeno tra i giovani.

Ultimo aggiornamento: 18:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA