Contagi, torna la paura: nuovo lockdown per la Cina, record di morti nell'Est Europa

Contagi, torna la paura: nuovo lockdown per la Cina, record di morti nell'Est Europa
4 Minuti di Lettura
Martedì 26 Ottobre 2021, 10:47 - Ultimo aggiornamento: 12:13

Nell’ultima settimana si è registrata una leggera risalita del numero di casi Covid in Italia anche se, fa sapere l’Istituto superiore di Sanità, la situazione generale è sotto controllo. Ma cosa sta succedendo fuori dai confini italiani?  Nello scenario internazionale preoccupano i casi del Regno Unito (dove i contagi in rialzo stanno portando il governo verso nuove restrizioni e pass vaccinali) e Russia (che registra un alto numero di decessi, ormai oltre quota mille al giorno) Anche la Germania sta affrontando un rimbalzo in alto dei contagi che tocca la media dei 13mila. Mentre l'Ucraina ha raggiunto un numero record di decessi. E poi c'è il caso Cina, che anche se per pochi contagi ha deciso di tornare in lockdown. 

Virus, due classi in quarantena vola la terza dose: 1000 in un giorno

Cina

Torna l'allarme in Cina per il Covid dopo aver sospeso la maratona in programma a Pechino le autorità cinesi hanno disposto il lockdown per Lanzhou, città di 4 milioni di abitanti, a causa dei casi di Covid e si comincia a somministrare il vaccino ai bambini dai tre anni. Mentre Hong Kong fa sapere che inasprirà ulteriormente le restrizioni all'ingresso, già tra le più severe al mondo, per allinearsi alla Cina. Hong Kong impone già una quarantena dai 14 ai 21 giorni negli hotel alla maggior parte dei nuovi arrivati. Questo isolamento ha permesso di controllare quasi completamente la pandemia, ma è criticato dalla comunità imprenditoriale, preoccupata per la competitività della città, importante centro finanziario globale. Sono previste rare esenzioni, in particolare per diplomatici o dirigenti di grandi aziende a cui è consentito isolarsi in casa, o per alcuni residenti di Hong Kong che arrivano dalla Cina continentale. «Presto annunceremo che la maggior parte delle esenzioni di quarantena concesse a gruppi specifici di visitatori dall'estero e dalla terraferma saranno cancellate» ha detto la dirigente del territorio, Carrie Lam, senza fornire dettagli.

Ucraina

Triste record di decessi in Ucraina. Il ministero della Salute ha confermato il numero più alto di morti dall'inizio dell'emergenza, 734, e altri 19.120 contagi accertati nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia il bollettino ufficiale riporta 2.803.159 casi con 64.936 decessi e 348.111 casi attivi. Secondo i dati ufficiali, in Ucraina sono oltre 9,1 milioni le persone che hanno ricevuto almeno una dose di un vaccino contro il coronavirus, più di sette milioni delle quali hanno fatto anche la seconda dose.

Bulgaria

Nuovo record di contagi e decessi anche in Bulgaria, dove continuano comunque le proteste per le restrizioni i introdotte nel tentativo di arginare la pandemia, fra cui l'obbligo di Green Pass per accedere ad alcuni luoghi pubblici al chiuso. Sono quindi 5.863 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore mentre i decessi sono 243, riferisce il Guardian citando dati ufficiali. 

Belgio

Tra il 17 e il 22 ottobre in Belgio, la media giornaliera di persone contagiate dal Covid-19 è stata pari a 5.300. Lo riferiscono i dati dell'Istituto di sanità pubblica resi noti oggi. Si tratta di un aumento del 75% rispetto alla settimana precedente. Sempre dal 17 al 22 ottobre, più di 13,3 persone sono morte in media al giorno a causa del virus, con un aumento del 13% rispetto a sette giorni prima. Il bilancio delle vittime è salito ora a 25.889 morti dall'inizio della pandemia. Sono stati inoltre effettuati in media 63.100 test giornalieri, per un tasso di positività dell'8,5%. Tra il 19 e il 25 ottobre sono stati registrati anche 115 ricoveri ospedalieri giornalieri di pazienti affetti da coronavirus, in crescita del 56% rispetto al periodo di riferimento precedente. In totale risultano ricoverati 1.275 contagiati (+39%), di cui 264 ricoverati in terapia intensiva (+14%). 

Spagna

Superati i cinque milioni di casi di coronavirus in Spagna, uno dei Paesi più colpiti nella prima fase della pandemia e ora uno dei più vaccinati d'Europa (88,4 per cento degli over 12 hanno ottenuto entrambe le dosi). Secondo gli ultimi dati diffusi dal ministero della Salute di Madrid, nelle ultime 24 ore sono stati confermati 1.495 nuovi contagi e 18 decessi. In totale, quindi, sono 5.002.217 i caso confermati e 87.186 le persone che hanno perso la vita per complicanze riconducibili al Covid-19. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA