Jean Paul Gaultier dice addio alla pelliccia: l'annuncio dopo nove anni di proteste

Lunedì 12 Novembre 2018
Jean Paul Gautier dice addio alla pelliccia: l'annuncio dopo nove anni di proteste
No alle pellicce nelle collezioni di Jean Paul Gaultier. Lo stilista è l'ultimo in ordine di tempo ad aver vietato l'uso della pelliccia degli animali nella moda. Prima di lui, altri brand hanno rinunciato aderendo alla battaglia etico-morale degli ambientalisti dell'associazione Peta. 

Welcome to the jungle, dalle t-shirt alle scarpe sono tornate le stampe animalier

Lo ha annunciato in un'intervista a una televisione francese, come riporta l'Independent, sottolineando come il modo in cui vengono uccisi gli animali sia "assolutamente deplorevole".
Mimi Bekhechi, direttore dei programmi internazionali presso Peta, ha affermato che la decisione è il risultato di una crescente pressione da parte dell'organizzazione e che è un "segno dei tempi cambiati".

L'annuncio è arrivato dopo anni di proteste contro l'uso della pelliccia da parte del designer, che si unisce ora a Gucci, Versace, Galliano, Armani, Ralph Lauren, Michael Kors, Vivienne Westwood, Stella McCartney e a tutte le maggiori case a vietare la pelliccia dalle sue collezioni.
«Questa decisione è un segno dei tempi cambiati, poiché la maggior parte delle persone non desidera più indossare nulla che provenga dagli animali che sono stati crudelmente ingabbiati, colpiti a morte o catturati in trappole d'acciaio, lasciati morire lentamente e dolorosamente. La pelliccia oggi è morta come i poveri animali da cui è stata rubata».



  Ultimo aggiornamento: 19:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

In ospedale c'è posto per Fido

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma