Welcome to the jungle, dalle t-shirt alle scarpe sono tornate le stampe animalier

Venerdì 17 Agosto 2018 di Laura Bolasco
La fine dell’estate rivede un grande classico degli anni 80 affacciarsi al nostro armadio. Prepariamoci per un autunno wild perchè abiti, pantaloni e capispalla si foderano di coloratissime stampe animalier. Se le macchie di leopardo si confermano caposaldo intramontabile del genere, la novità di stagione si riscontra e la si indossa, appunto, nelle tinte. Verde acido il cappotto in pelle, eco ovviamente, di serpente; total pink il vestito scollato French Connection dal taglio midi, giallo fluo il completo top e pantalone a zampa d’elefante. Centinaia le macchioline rosso fuoco sulla gonna a portafoglio, bestseller di stagione della fashionissima catena inglese Topshop.
 
 


In città la tendenza è pronta ad esplodere anche in versione mix&match, abbinando le strisce zebrate al denim o a semplici t-shirt basiche dai colori neutri, ideali per stemperare il look selvaggio evitando l’effetto kitsch e rendendo ogni outfit portabilissimo anche fuori dalla giungla.

Le stampe animalier, già anticipate dalle grandi maison internazionali, erano apparse sulle passarelle di Dior, Balenciaga, Prada e Cavalli, combinate ad elementi in tulle trasparenti e in tonalità inaspettate e sperimentali.
Se le più timide potranno abbracciare comunque il trend anche solo attraverso una clutch in stampa coccodrillo o con un paio di mules pitonati, per le amanti del faux fur ci sono buone notizie: le pelliccette a macchia di leopardo tornano ad essere il must  have del prossimo inverno.
  Ultimo aggiornamento: 12:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Mattia 15 anni e un sogno Diventare arbitro di calcio

di Mimmo Ferretti