Beauty routine da mare, dalla pulizia alla maschera serale tutti i trucchi per una pelle da urlo (anche in spiaggia)

Beauty routine da mare, dalla pulizia alla maschera serale tutti i trucchi per una pelle da urlo (anche in spiaggia)
di Anna Franco
4 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 14:47

Il costume è stato scelto con cura. Telo da mare e occhiali da sole sono in borsa, così come un libro. Ma mai dimenticare una pochette con il solare, anzi i solari, perché ogni parte del nostro corpo ha bisogno di una specifica protezione. E per una semplice giornata al mare o un weekend bisognerebbe prepararsi in anticipo. A dirla tutta, due settimane prima. «La parola d'ordine è idratazione, ma in modo profondo, per prevenire lo stress che l'epidermide subirà sotto il sole - spiega Anna Maria Forenza, dermatologa e specialista in patologia clinica e immunoematologia - Consiglio una biorivitalizzazione sotto pelle con pool vitaminici e acido ialuronico». Sarebbe importante anche assumere, circa due mesi prima, degli integratori ad hoc per bocca.


LA PULIZIA


Ore 9. La sveglia è suonata ed è ora di detergere la pelle. «Fondamentale seguire una corretta skincare partendo da un'attenta pulizia - afferma Elisabetta Fulgione, dermatologa del board Active Cosmetics L'Oréal - con dermocosmetici che detergano delicatamente la cute del viso e del corpo». Poi, via di protezione solare «che non si stende in spiaggia, ma a casa, in modo che possa davvero fare effetto una volta che saremo sotto il sole», raccomanda Leda Fiorini, inspiring and learning manager di Beauty and Luxury. E, inoltre, senza dover combattere con i laccetti del costume, l'applicazione sarà più uniforme. Se, poi, sul volto si dovessero notare discromie, occhiaie o qualche imperfezione si può anche stendere un velo di fondotinta, ma attenzione a non fare peggio. Make up e alte temperature non vanno a braccetto e, per evitare, l'effetto maschera di cera che si scioglie «meglio scegliere un fondo specifico per mare o piscina, con appositi filtri», prosegue Fiorini. Che consiglia: «Dopo un tuffo, se la salsedine sulla pelle dovesse dar fastidio, meglio rimuoverla. In questo caso può venire in soccorso Eight Hour Miracle Body Mist di Elizabeth Arden, una brume che spazza via il sale, è lenitiva e abbassa la temperatura della pelle».


LA DURATA


Altro trucco è «spruzzare ogni tanto acque fresche minerali su viso e corpo - raccomanda Anna Maria Forenza - e sul primo mettere sempre almeno la protezione solare 50. Il volto non rimarrà bianco. Semplicemente, questi filtri donano un'abbronzatura regolare e che dura più a lungo, perché la pelle non perde strati a causa delle scottature». Ed è importante non dimenticare uno stick solare per contorno occhi, labbra e zone sensibili e, ovviamente, un prodotto per il corpo. Sisley ne propone di fluidi e non grassi, che si assorbono, quindi, velocemente. Super Soin Solaire Crème Soyeuse Corps SPF 30 ad alta protezione è un trattamento che aiuta a preservare il capitale solare della pelle e a proteggerla dagli effetti del foto-invecchiamento, oltre che idratarla in profondità.


Dalle 13 alle 16. «Bisognerebbe rifugiarsi sotto l'ombrellone o al bar della spiaggia già dalle 11, ma nelle ore più calde bisogna evitare l'esposizione», ammonisce Forenza. Leda Fiorini suggerisce di utilizzare questa pausa per una generosa riapplicazione della protezione, «necessaria dopo un bagno o una doccia e ogni due ore». Dopo il tramonto, aperitivo al lido o meno, è ora di tornare a casa e di sciacquare corpo e capelli. «Andrebbero evitate docce e bagni prolungati che possano alterare la fisiologica idratazione della pelle attraverso lo squilibrio di due meccanismi, la traspirazione e la normale perdita di acqua cutanea - ammonisce Elisabetta Fulgione - Queste alterazioni si traducono con un indebolimento del film idrolipidico e, successivamente, con la comparsa di secchezza o xerosi cutanea. Docce brevi, dunque, inferiori a 5 minuti prediligendo una temperatura non superiore a 38 gradi e con detergenti che rimuovano adeguatamente lo sporco esogeno ed endogeno, senza alterare la barriera cutanea».


GLI ERRORI


Sul viso si può mettere in posa una maschera idratante e lenitiva, che accarezzi la pelle e cancelli eventuali rossori eccessivi. E, poi, tanto doposole, come se piovesse. Per chi ama godersi la giornata fino in fondo, «la sera niente fondotinta coprenti, che renderebbero la pelle grigiastra - raccomanda Claudio Cicciolella, make up artist Sephora - Meglio una base semi trasparente, che sublima l'abbronzatura ed esalta l'effetto baciata dal sole. Esattamente come bronzer, blush e illuminante. Sugli occhi ombretti luminosi e kajal e sulle labbra solo rossetti glossati e mai mat, magari in tonalità vivaci come il corallo».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA