Minaccia di morte la convivente, la Polizia interviene e sequestra tre fucili

Sabato 20 Gennaio 2018
Una violenta lite in famiglia, con un uomo che stava maltrattando la propria convivente, ha portato al sequestro di tre fucili. E' accaduto a Formia, dov'è intervenuto personale della Polizia di Stato. Gli agenti del commissariato hanno rilevato che la donna era stata anche minacciata di morte.

La verifica nella banca dati delle forze dell'ordine del fatto che il convivente fosse abilitato alla detenzione e porto d'armi ha indotto all'immediato  ritiro cautelare di due fucili detenuti dall’autore delle minacce di morte.

Ulteriori accertamenti hanno fatto emergere che uno dei fucili non era   era regolarmente registrato. Inoltre un fucile era stato ereditato ed un'ulteriore arma era stata ceduta a terza persona, senza comunicare nulla all’ufficio amministrativo. Oltre che nei confronti dell'uomo, è scattata la denuncia a piede liberto per    violazione della normativa in tema di armi e per munizioni detenute irregolarmente anche di un altro soggetto.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Una mattina in ospedale a leggere libri ai bimbi malati

di Pietro Piovani