Latina, Cusani in via Costa dopo la sospensione: è pronto a chiedere il rinvio delle elezioni provinciali

Da sinistra: Armando Cusani, Giuseppe Schiboni, Salvatore De Monaco e Renzo Scalco
di Andrea Apruzzese
1 Minuto di Lettura
Giovedì 9 Ottobre 2014, 14:31 - Ultimo aggiornamento: 17:20

LATINA - Armando Cusani è rientrato oggi in Provincia, dopo che la sentenza della Corte d'Appello che proscioglendolo per intervenuta prescrizione dall'accusa di abuso d'ufficio (condannandolo però a un anno e tre mesi di reclusione per abuso edilizio) ha fatto decadere la sospensione da Presidente ai sensi della legge Severino. Sorridente, Cusani ha varcato la soglia della presidenza alle 13. Nella stanza del presidente, è stato accolto e abbracciato dal suo vice, Salvatore De Monaco, e dagli assessori Giuseppe Schiboni e Renzo Scalco, con cui si è poi intrattenuto. «Sono qui per sostenere il lavoro di questi eroi, svolto in questi mesi al servizio del territorio», ha detto enfaticamente Cusani. «Per ogni altra valutazione - ha concluso - ne riparliamo in una conferenza stampa che terremo tra domani e dopodomani».

Presidente per tre giorni, dunque: domenica infatti si svolgeranno le elezioni per il nuovo presidente. In corsa ci sono Cosmo Mitrano per il centrodestra, ed Eleonora Della Penna per il centrosinistra. Ma intanto si profila una mossa a sorpresa da parte di Cusani. L'ufficio legale delal Provincia sta valutando di chiedere all'ufficio elettorale il rinvio delle elezioni con contestuale riapertura dei termini per la presentazione delle candidature. Ma Cusani potrebbe anche ricorrere in extremis al Tar per riuscire a rientrare in corsa come consigliere provinciale.