CORONAVIRUS

Cagliari, migranti fuggono da quarantena e rubano in un bar: uno arrestato, caccia al complice

Mercoledì 15 Luglio 2020
5

Sono fuggiti dal centro di accoglienza di Monastir, nonostante dovessero rimanere in quarantena per l'emergenza Coronavirus, hanno raggiunto un bar a Sestu (Cagliari) e hanno tentato un furto, ma uno di loro è stato arrestato. Un migrante di 26 anni, di nazionalità algerina, è stato arrestato dai carabinieri per rapina. Ancora ricercato il complice. L'episodio è avvenuto ieri sera in via Parrocchia.

​Migranti, su Facebook e Telegram il tour operator per gli sbarchi: tragitti, costi e appuntamenti

Migranti, arrivati al Celio i 13 bengalesi di Roccella Jonica. Pronti gli ospedali militari

I due extracomunitari sono entrati nel bar-tabacchi e, in pochi istanti, hanno frantumato il plexiglas che divide la sala dai titolari, cercando di arraffare la merce esposta. Il proprietario ha cercato di bloccarli, ma è stato aggredito e spintonato. I due sono poi fuggiti, inseguiti dal proprietario che intanto aveva chiamato il 112. Sul posto sono arrivati i carabinieri della Stazione di Sestu e della Compagnia di Quartu che sono riusciti a bloccare uno dei due, mentre l'altro si è dileguato. Pochi giorni fa è scoppiata la polemica sulla fuga di alcuni migranti dala quarantena nel Cpa di Monastir con una presa di posizione del sindacato di polizia Sap, della sindaca e con una interrogazione del deputato di Fdi, Salvatore Deidda.
 

 

Ultimo aggiornamento: 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA