Genova, arrestato professore di liceo: «Ha abusato di due studentesse, una delle vittime è stata drogata»

Le indagini sono partite dopo la denuncia delle famiglie

Genova, arrestato professore del liceo «Ha abusato di due studentesse, una delle vittime è stata drogata»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Marzo 2022, 14:06 - Ultimo aggiornamento: 5 Marzo, 09:04

Violenza sessuale aggravata, sono accusate pesantissime quelle mosse a un docente di filosofia 53enne di Genova. Ha abusato di due sue studentesse minorenni e a una di loro avrebbe dato anche droga. Per questo un professore di filosofia di un liceo di Genova, residente a Pegli, è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo di Arenzano. L'uomo, ai domiciliari, è accusato di violenza sessuale aggravata, adescamento di minori e cessione di droga. I fatti risalgono al periodo compreso tra il 2018 e il 2021. Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Gabriella Dotto, sono partite dopo le denunce dei genitori delle ragazzine. L'uomo, difeso dall'avvocato Matteo Mezzapesa, ha negato ogni addebito e lo farà anche davanti al giudice per le indagini preliminari nel corso dell'udienza di convalida.

«Abbiamo avviato l'iter disciplinare, aspettiamo di avere il quadro completo - ha detto Alessandro Clavarino, della Direzione scolastica della Liguria - Abbiamo chiesto alla procura di avere tutti gli atti. Appena avremo il quadro completo di cosa gli viene contestato allora vedremo esattamente quale decisione prendere». I carabinieri, guidati dal comandante Lorenzo Toscano, sono partiti dal racconto di una delle ragazzine. La giovane, all'epoca minorenne, aveva confessato alla madre le attenzioni del docente che però lei avrebbe respinto. La donna si confida con un'altra mamma ed emerge che anche la figlia di quest'ultima avrebbe subito le molestie del professore. Ma nel corso delle indagini emerge che tra quest'ultima e l'insegnante c'è una vera e propria relazione. I due si frequentano, si scrivono, lui le dedica post su Facebook e status di Whatsapp. Lei però agli inquirenti racconta di insistenze, di un attaccamento morboso dell'uomo che avrebbe approfittato di un suo momento di debolezza. Non solo. Agli investigatori dice che gli incontri avvenivano in casa del docente, che lui l'avrebbe fatta bere, e tanto, e che le avrebbe fatto consumare hashish e marijuana. I militari hanno sentito i docenti del liceo e il preside che non sapevano nulla. I riscontri della relazione tra i due sono arrivati da alcuni compagni. «Sapevamo che c'era una storia, che si vedevano», hanno detto durante le testimonianze. Per la procura l'uomo avrebbe approfittato del suo ruolo di professore e della fragilità psicologica delle due alunne e avrebbe compiuto atti sessuali. Il giudice per le indagini preliminari ha valutato gli elementi raccolti e ha accolto la richiesta della procura disponendo gli arresti domiciliari per il professore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA