La moglie lo tradisce con il cognato: lui li ricatta ed estorce 16mila euro, arrestato un pizzaiolo

La moglie lo tradisce con il cognato: lui li ricatta ed estorce 16mila euro, arrestato un pizzaiolo
di Marina Mingarelli
4 Minuti di Lettura
Domenica 27 Marzo 2022, 10:44 - Ultimo aggiornamento: 14:20

Estorsione alla ex moglie e al cognato, un pizzaiolo di 42 anni finisce ai domiciliari. L'arresto è scattato qualche giorno fa quando le forze dell'ordine, a seguito della denuncia presentata dalle vittime, gli hanno teso una trappola sorprendendolo proprio mentre stava ricevendo il denaro dalla donna. Nella giornata di ieri, nel corso della convalida, il giudice per le indagini preliminari dottoressa Fiammetta Palmieri ha disposto la misura dei domiciliari che l'uomo, difeso dall'avvocato Tony Ceccarelli, dovrà scontare a casa di un familiare, con l'applicazione del braccialetto elettronico.

IL RICATTO

I fatti risalgono al febbraio scorso quando la moglie, a causa del carattere violento ed aggressivo del marito, aveva deciso di lasciarlo. La donna, però, nel frattempo aveva intrapreso una relazione con il cognato. E sarebbe stato proprio questo rapporto, non a tutti noto, che avrebbe dato modo all'arrestato di ricattare ed estorcere denaro alla coppia di amanti.

Secondo le accuse, l'uomo avrebbe così preteso, a titolo del presunto danno subito per la fine del matrimonio, 16mila euro. E per ottenere quanto richiesto avrebbe messo in atto una serie di minacce. A cominciare dal fatto che avrebbe reso pubblico quel rapporto che stavano consumando in tutta segretezza. L'uomo aveva detto ai due amanti di essere in possesso di numerosi messaggi che i due si erano inviati.

LE MINACCE

Il cognato aveva quindi deciso di accontentalo e sborsare il denaro richiesto. Ma come spesso accade in questi casi, l'estorsore non si era accontentato di quel denaro. Subito dopo, stando alle accuse, sarebbe partito di nuovo alla carica chiedendo una ulteriore somma di 10 mila euro. Le minacce che rivolgeva all'ex moglie ed al marito della sorella facevano veramente paura. Ed è stato proprio per quel motivo che la coppia sfidando anche i pregiudizi, ha deciso di rivolgersi alle forze dell'ordine per chiedere aiuto.

Il 24 marzo scorso, le forze dell'ordine, dopo aver raccolto la denuncia, hanno teso una trappola al 42enne sorprendendolo proprio mentre la ex moglie alla quale aveva dato appuntamento davanti ad una pizzeria del frusinate, gli stava consegnando mille euro. Per l'uomo si sono spalancate le porte del carcere. Ora è ai domiciliari.

LA VIOLENZA

L'arrestato era già stato accusato di maltrattamenti in famiglia in quanto spesso avrebbe picchiato la moglie, insultandola in continuazione e vessandola in ogni modo. In un episodio, in particolare, brandendo un bastone le aveva detto che l'avrebbe uccisa, un'altra volta con un coltello aveva infilzato il coperchio dell'immondizia dicendole che con quel coltello le avrebbe bucato la testa.

Quelle scene di violenza sarebbero avvenute anche alla presenza dei due figli minorenni. Quando l'uomo aveva scoperto la relazione clandestina della moglie aveva dato in escandescenze e dopo aver intimato alla moglie a seguirlo in macchina, l'aveva costretta, dietro minacce di morte ad avere un rapporto sessuale. La donna però era riuscita a divincolarsi ed a tornare a casa dai genitori che dopo la separazione ospitavano sia lei che i due nipoti. Il marito che non riusciva a darsi pace, aveva iniziato a tempestarla di telefonate dicendole che se non fosse andata da lui quella sera, avrebbe avuto una reazione ancora più decisa.

La coniuge, terrorizzata da quelle minacce, aveva ceduto e si era presentata a casa del marito il quale aveva preteso di consumare un rapporto sessuale. Per tali fatti nei confronti dell'uomo è stato aperto un altro fascicolo anche per violenza sessuale.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA