Veroli, auto impazzita abbatte il muro di una casa e un palo della luce

foto
Domenica 28 Novembre 2021, 20:18 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 06:20

Prima urta e abbatte il muro di cinta di un’abitazione, poi un palo della pubblica illuminazione e infine un’altra auto che è in sosta, demolendo anche un altro muro. Infine, riesce ad arrestare la propria corsa soltanto dopo una sessantina di metri. Paura oggi in località Valle D’Ambra, nel comune di Veroli. Sull’accaduto indaga la Polizia locale.

Erano circa le 13.30 quando un ventenne era alla guida di una Fiat Punto di colore nero e da Casamari procedeva in direzione Veroli. Nell’abitacolo, seduta al suo fianco, c’era anche una ragazza. A un certo punto, all’altezza di una semicurva, per cause ancora in fase di ricostruzione, l’utilitaria ha sbandato verso sinistra rispetto alla direzione di marcia e, dopo aver attraversato la corsia opposta, ha urtato violentemente contro la recinzione di un’abitazione demolendo sia il muro che la ringhiera in ferro.

Ciò, tuttavia, non è bastato ad arrestare la corsa dell’auto che ha urtato ancora contro una Fiat 600 in sosta davanti a un’altra abitazione, provocando l’abbattimento di un altro muro. E poi è finita contro un palo della pubblica illuminazione abbattendolo. Fortunatamente in quell’istante nessuno degli abitanti stava uscendo dalle abitazioni coinvolte e nessun’altra auto transitava sull’altra corsia di marcia. A richiamare l’attenzione dei residenti è stato il rumore dell’impatto.

Sono stati allertati i soccorsi. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti una squadra dei vigili del fuoco provenienti dalla caserma di Frosinone e una pattuglia dei vigili urbani di Veroli, agli ordini del dottor Massimo Belli. I primi hanno provveduto a mettere in sicurezza i veicoli e a verificare la situazione delle strutture coinvolte. Gli agenti invece, hanno eseguito i rilievi e gli accertamenti di rito. La coppia che occupava la Fiat Punto non ha avuto bisogno di cure mediche. Ora la Polizia locale sta valutando la condotta di guida del ventenne in merito alle responsabilità.

(Maurizio Patrizi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA