Il Frosinone ritrova se stesso, mister Nesta: «Vittoria di grande valore»

Sabato 4 Luglio 2020 di Alessandro Biagi
Alessandro Nesta, tecnico del Frosinone
Una vittoria importante, pesante perché ottenuta contro lo Spezia, una delle migliori squadre della categoria e diretta avversaria nella lotta per la promozione diretta. Nesta a fine gara è sicuramente molto sollevato: «Una vittoria che ha un grande valore, ne avevamo bisogno perché eravamo venuti da qualche sconfitta di troppo ed era importante per l’autostima tornare a vincere, lo abbiamo fatto oggi contro una squadra tra le più forti di questa B e perciò sono molto contento».

Ci spiega la scelta, vincente, di Paganini e non di uno degli attaccanti che aveva in panchina? »Perché in area di rigore con la sua corsa poteva mettere in difficoltà i loro difensori oramai stanchi ed fare pressione sugli avversari».

«I ragazzi si sono meritati questa serata - continua Alessandro Nesta -, speriamo di dare continuità». Partita e vittoria della svolta? «Vediamo. Ci godiamo intanto la serata cos perché era da tanto che non ne vivevamo una così. I ragazzi sono stati bravi, abbiamo fatto fatica dopo la quarantena e la nostra, da squadra esperta, ha fatto forse un po’ più fatica a mettersi in moto. E’ una situazione anomala e nessuno ha la ricetta giusta perchè non è mai accaduto. I giocatori hanno dato sempre tutto in tutte le partite, magari non erano brillanti o gli altri sono stati più bravi in alcune situazioni». 

L’ingenuità di Capuano nel commettere fallo da rigore poteva costare cara: «In area si tira, si spinge, ma forse io non lo avrei dato il rigore. In precedenza c’era stata una palla alta su Salvi che è stato scaraventato fuori dal campo e non è stato fischiato. C’era anche una espulsione per Vignali nel primo tempo (fallo da seconda ammonizione n.d.r.), ma accetto l’interpretazione dell’arbitro, sottolineiamo ma non ci lamentiamo».

Paganini risolutore: «Grande gol! E’ entrato bene, ha dato la pressione che volevamo e poi ci ha fatto quel bel gol di testa».

«E’ sempre bello segnare all’ultimo e sono contento di aver dato aiuto alla squadra, il nostro obiettivo è quello di vincere ogni partita e dobbiamo mantenere questo entusiasmo anche per la prossima perchè sarà importantissima» ha commentato lo stesso Paganini ai microfoni di DAZN a fine gara. 

Tra i protagonisti assoluti del Frosinone anche Alessandro Salvi, autore del primo gol: “Avevo promesso un gol e la dedica è alla mia famiglia, mia moglie ed i miei bambini. Era importante vincere per avere soprattutto morale dopo queste partite nelle quali non siamo stati brillanti”. Ultimo aggiornamento: 00:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA