Lotteria degli scontrini, si cambia: vincite istantanee come un "Gratta e vinci", basta inquadrare il Qr code

Dopo il flop del sistema partito nel 2021 con premi settimanali e mensili, si punta a incentivare il concorso trasformandolo in un “Gratta e vinci”

Lotteria degli scontrini, si cambia: vincite istantanee come un "Gratta e vinci", basta inquadrare il Qr code
di Jacopo Orsini
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Novembre 2022, 23:57 - Ultimo aggiornamento: 3 Novembre, 15:56

Lotteria degli scontrini, si cambia. Dopo lo scarso successo del sistema lanciato all’inizio del 2021 con premi settimanali, mensili e un superjackpot annuale, si punta a risvegliare l’interesse dei consumatori lanciando un meccanismo a premi istantanei. Una sorta di gratta e vinci insomma: basterà inquadrare un codice (Qr code) sullo scontrino con lo smartphone e si saprà subito se si è vinto. Il premio dovrebbe oscillare fra cento e centocinquanta euro. 

IL CODICE
Dopo il successo delle prime estrazioni del marzo 2021, quando oltre 4 milioni di italiani avevano richiesto il codice per poter partecipare al gioco, l’interesse è progressivamente scemato. Tanto che sono rimasti in pochissimi a mostrare il codice alla cassa per concorrere al sorteggio (non sono stati diffusi però dati aggiornati precisi sui partecipanti). 

La lotteria era stata pensata per incentivare gli acquisti con carte di credito e app e quindi far aumentare i pagamenti tracciati e combattere l’evasione. Come il cashback poi sospeso dal governo di Mario Draghi perché troppo costoso. Per partecipare al concorso - che è gratuito - ci si procura su un sito dell’Agenzia dei Monopoli e delle dogane un codice che va mostrato al negoziante prima di ogni acquisto di almeno un euro fatto con carta o mezzi di pagamento elettronico. Ogni scontrino dà diritto a un biglietto virtuale per ogni euro speso. Ad esempio: spendendo 10 euro si avranno 10 biglietti virtuali. Si può arrivare fino a un massimo di 1.000 biglietti per ogni acquisto di importo pari o superiore a 1.000 euro. In palio ci sono premi ogni settimana da 25mila euro (oggi è prevista una estrazione) e uno mensile da centomila. Oltre a un superjackpot annuale da 5 milioni.

Il problema è che non si vince subito. È necessario aspettare l’estrazione e poi una comunicazione via pec o raccomandata che arriva dopo un altro po’ di tempo. Oppure bisogna andare a confrontare i codici estratti sul sito dedicato. Inoltre c’è l’imbarazzo di dover chiedere ogni volta al cassiere di scannerizzare, o peggio digitare, il codice lotteria per concorrere all’estrazione. Da qui la scarsa partecipazione e la decisione del precedente governo di inserire nel decreto Pnrr approvato lo scorso giugno una norma che consente all’Agenzia delle Dogane, d’intesa con le Entrate, di disciplinare le modalità tecniche della lotteria e l’entità e il numero dei premi. Obiettivo: semplificare e velocizzare la procedura per invogliare i cittadini a partecipare. In futuro quindi ogni scontrino avrà un codice che potrà essere scannerizzato dal telefonino dopo aver scaricato l’app Gioco legale dell’Agenzia delle dogane (dove si può già vedere, anche se non attivo, lo spazio dedicato alla verifica dei premi). Dopo aver fatto l’acquisto basterà inquadrare il codice e si scoprirà subito se si è vinto. Resteranno comunque anche i vecchi jackpot settimanali, mensili e annuale.

Nel 2021 i premi distribuiti in totale dalla lotteria sono stati 2.700. Con il nuovo sistema si punta ad arrivare a circa 300mila, mantenendo invariato intorno a 50 milioni il valore complessivo.

I PARAMETRI
Il nuovo sistema è pronto per partire nel prossimo anno, anche se ora sarà necessario aspettare le valutazioni del nuovo esecutivo guidato da Giorgia Meloni. Ma non ci dovrebbero essere cambi di direzione nella volontà di procedere. La partenza finora è stata frenata dalla necessità di adeguare i registratori di cassa che dovranno emettere un codice a barre di nuova generazione in grado di garantire una serie di parametri di sicurezza. I Monopoli stanno studiando delle modalità compatibili con le macchine attualmente presenti dei negozi. L’obiettivo è trovare un punto di incontro tra la sicurezza e le esigenze dei commercianti. Poi si potranno lanciare i nuovi premi. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA