Edison, ricavi a 4,3 miliardi nel primo semestre

Centrale Termoelettrica di Altomonte
2 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Luglio 2019, 11:15 - Ultimo aggiornamento: 18:25

Edison ha chiuso il primo semestre dell'anno con ricavi in miglioramento del 2,3% a 4,3 miliardi e un margine operativo lordo in crescita del 38% a 328 milioni, grazie al buon andamento delle diverse attività e, in particolare, della filiera elettrica. 

Visto l'accordo per la dismissione delle attività Exploration & Production raggiunto da poco con l'inglese Energean, spiega la società, i risultati del business sono stati considerati come attività in dismissione e quindi «non hanno contribuito ai ricavi di vendita e al margine operativo lordo». Se i settori della filiera elettrica e delle attività gas «su cui Edison punta per il proprio sviluppo» hanno registrato un risultato netto di 121 milioni, in crescita dai 70 milioni delle stesso periodo 2018, nel complesso il risultato netto del gruppo è però negativo per 406 milioni di euro, «a seguito delle svalutazioni legate all'accordo per la cessione dell'E&P». L'indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2019 è sceso a 298 milioni di euro, con una riduzione del 28%. 

A seguito dell'annunciata dismissione del business E&P, della recente acquisizione nel settore delle rinnovabili e considerata la migliorata performance delle attività elettriche e del gas, Edison rivede le stime di ebitda per l'intero 2019 in un intervallo compreso tra 550 e 600 milioni di euro, con un incremento di circa 50 milioni di euro rispetto alla precedente indicazione, a perimetro costante.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA