Alitalia, stop voli dal 15 ottobre: dai tempi del rimborso dei biglietti alle Mille Miglia, domande e risposte su cosa fare

Passaggio Alitalia-Ita, cancellati i voli da ottobre. Dai tempi del rimborso alle mille miglia, tutte le domande e le risposte
di R.Ec.
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Agosto 2021, 17:31 - Ultimo aggiornamento: 27 Agosto, 10:36

Il passaggio a Ita è praticamente cosa fatta. Da domani la nuova compagnia di bandiera inizierà a vendere i suoi biglietti, per le date a partire da quella del lancio ufficiale previsto: il 15 ottobre 2021. Alitalia, invece, ha bloccato tutte le vendite per oltre metà ottobre. Tutti coloro che hanno già comprato dei biglietti con la vecchia compagnia per viaggi dal 15 ottobre in poi (circa 257mila persone) hanno un problema: il volo è stato cancellato e la comunicazione sta cominciando ad arrivare a tutte le persone coinvolte via mail. Come risolvere? Con un rimborso o un ricollocamento del biglietto. Ma attenzione: in base al tipo di volo le cose potrebbero cambiare. Vediamo domande e risposte più importanti su cosa si può fare.

Alitalia, da stanotte stop vendita biglietti

Come ottenere il rimborso?

Per richiedere il rimborso integrale i passeggeri che hanno acquistato il biglietto sul sito Alitalia possono cliccare sull'apposita sezione del sito di Alitalia e sul link che arriva tramite la mail che segnala la cancellazione del volo. Il rimborso è senza penale, e corrisponde al prezzo quale il biglietto è stato acquistato o del valore residuo del biglietto per il viaggio non ancora effettuato. In campo c'è un fondo statale da 100 milioni di euro.

Ita, dal 26 agosto in vendita i biglietti aerei: i primi voli a partire dal 15 ottobre

Per il rimborso parziale (cioè di quello che non si può utilizzare, ad esempio se si compra un volo di andata prima del 15 ottobre e uno di ritorno oltre la stessa data) si può contattare il Call Center chiamando dall'Italia il numero verde 800.65.00.55, dall'estero il numero +39 06.65.649 o ai numeri locali consultabili sul nostro sito di Alitalia.

Quanto tempo bisogna attendere? 

Alitalia fa sapere che "la richiesta verrà presa in carico e definita il prima possibile, in conformità con il Regolamento europeo 261/2004". Questo significa che si procederà da subito con l'analisi delle pratiche, a prescindere dall'arrivo dei fondi pubblici, che serviranno poi a ristorare Alitalia. Ma essendo molte le domande in arrivo ci vorrà qualche mese di tempo per rimborsare tutti. A settembre, in ogni caso, dovrebbe arrivare l'apposito decreto governativo che organizza la gestione dei soldi statali.

Come avviene il ricollocamento del biglietto?

La modifica della prenotazione (rebooking o rerouting - ovvero modifica dell’itinerario per raggiungere la destinazione originaria o tornare al punto di origine del viaggio), senza integrazione tariffaria, avviene su un volo utile per il passeggero, entro il 14 ottobre 2021 (ultima data di rientro). Altrimenti c'è la modifica della destinazione, con eventuale integrazione tariffaria, per viaggiare entro il 14 ottobre 2021 (ultima data di rientro). Non è previsto il rimborso di differenze tariffarie. Il cambio di destinazione è previsto per voli nazionali su destinazioni dello stesso tipo, lo stesso vale per quelli internazionali.

Ita ora può decollare, l'Enac rilascia le licenze: ok vendita biglietti, i primi voli da metà ottobre

Per il cambio si può contattare il Call Center chiamando dall'Italia il numero verde 800.65.00.55, dall'estero il numero +39 06.65.649 o ai numeri locali consultabili sul nostro sito di Alitalia.

Si possono riprenotare con Ita gli stessi voli?

Tendenzialmente sì, si ritroveranno gli stessi voli. Alitalia infatti negli ultimi mesi, grazie a una deregolamentazione della Commissione europea e vista la crisi-Covid, ha volato con una flotta disponibile di soli 40 aerei, non coprendo tutti gli slot. Ita partirà con 52 mezzi e conferma che offrirà soluzioni per praticamente tutte le destinazioni dei voli cancellati, se però passano da Roma-Fiumicino o Milano-Linate. Quindi eventuali problemi potranno riguardare i pochi voli nazionali che non passano per quelle destinazioni, ma si potranno raggiungere le destinazioni italiane passando per i due maggiori aeroporti.

Come funziona per i voli "MilleMiglia"?

I passeggeri in possesso di biglietti premio MilleMiglia con data di viaggio dal 15 ottobre 2021 per/da qualsiasi destinazione/origine in tutto il mondo, prenotati su volo cancellato, possono:

1) Contattare il Call Center per essere riprotetti, senza penale, su voli Alitalia oppure voli operati di Partner SkyTeam e altri Partner Frequent Flyer entro il 14 ottobre 2021 (ultima data di rientro);
2) Richiedere la modifica della destinazione, con integrazione delle miglia se necessario, sia sui voli AZ operativi o voli operativi di Partner SkyTeam e altri Partner Frequent Flyer per volare entro il 14 ottobre 2021 (ultima data di rientro).

Alitalia chiede un altro anno Cigs per 7.086 dipendenti: fino a settembre 2022

I passeggeri che vorranno rinunciare al viaggio possono richiedere il riaccredito delle miglia, il rimborso delle tasse e dei supplementi. Per il rimborso i tempi sono sempre quelli dei normali biglietti.

Il rimborso di tasse e supplementi si può richiedere allo stesso link del rimborso dei biglietti. Per quanto riguarda il riaccredito delle miglia, come potranno essere utilizzate è un mistero. Tutto dipenderà dal nuovo azionista di maggioranza del settore Loyalty, che se ne occupa e che sarà venduto a settembre con un bando di gara.

Che fine faranno le carte Alitalia American Express?

Ita non può prendersi il programma di fidelizzazione di Alitalia (e tutto quello che ne deriva). Non potendo partecipare alla gara pubblica, la nuova compagnia "ha intenzione di dotarsi sin da subito di un nuovo programma di loyalty efficiente, moderno, orientato alle esigenze dei clienti e che consenta un maggiore accesso all’offerta della compagnia e dei propri partner". Quindi arriveranno di sicuro altre convenzioni del genere. La convenzione tra American Express e Alitalia ovviamente salterà con la chiusura della compagnia. Come utilizzare i crediti accumulati dipenderà ancora una volta dal nuovo azionista di maggioranza del settore Loyalty. Lo si saprà a settembre: il tesoretto potrebbe essere usato per altre compagnie aeree o addirittura servizi diversi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA