Alitalia, da stanotte stop vendita biglietti: cosa succede se ne avete già acquistato uno

Alitalia, da stanotte stop vendita biglietti: cosa succede se ne avete già acquistato uno
di Umberto Mancini
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Agosto 2021, 08:01 - Ultimo aggiornamento: 26 Agosto, 09:51

Il pressing di Mise e Tesoro ha avuto effetto. I commissari straordinari di Alitalia, messe da parte le resistenze dei giorni scorsi, hanno finalmente aperto al negoziato con Ita, scrivendo nero su bianco che il 16 agosto la newco ha «formalizzato ad Alitalia Sai a e ad Alitalia Cityliner in amministrazione straordinaria una proposta vincolante per l'acquisto degli asset del settore aviation». Ovvero 52 aeromobili, 2.800 dipendenti tra piloti e assistenti di volo. E ancora: slot, diritti di proprietà intellettuale, contratti e codici di volo. Spariti quasi d'incanto quindi i dubbi che legavano l'avvio della trattativa ad un nuovo via libera di Bruxelles e del ministero dello Sviluppo economico.

Alitalia, dal 26 agosto in vendita biglietti Ita: primi voli il 15 ottobre


Alitalia, da stanotte stop vendita biglietti: cosa succede se ne avete già uno


Del resto sia la commissione Ue che il dicastero avevano ribadito che, dopo la comfort letter del 15 luglio, non sarebbero state necessarie ulteriori autorizzazioni. Lasciando proprio ai commissari l'onere e l'onore di attivare la fase finale della trattativa per la vendita. Cessione che va conclusa - e questa è una novità importante - entro il 7 settembre; mettendo così un paletto decisivo in vista della partenza di ottobre. Altrettanto importate l'annuncio di Ita sulla vendita dei biglietti che scatterà nella giornata del 26 agosto sul sito www.itaspa.com, nelle agenzie di viaggio e nelle biglietterie aeroportuali. 
Nel frattempo dalla mezzanotte (questa sera) Alitalia cesserà di vendere i propri biglietti per voli successivi al 15 ottobre e contestualmente invierà una comunicazione via e-mail ai clienti che ne hanno già acquistato uno. Per garantire la tutela dei consumatori, i passeggeri potranno sostituire il volo con un altro equivalente entro il 14 ottobre oppure ricevere il rimborso integrale. Un'operazione resa possibile grazie alla costituzione di un apposito fondo statale con la capienza di oltre 100 milioni.


LE MODALITÀ
Il sito web di Ita consentirà ai clienti l'acquisto dei nuovi biglietti. Già in programma poi la realizzazione, dopo l'avvio delle operazioni, di un sito web totalmente nuovo e basato sulle tecnologie innovative. Confermata quindi la volontà di partecipare alle gare per la continuità territoriale relativamente alle tratte già garantite dalla vecchia Az, ovvero Sicilia e Sardegna.
Sempre sul fronte dei servizi ai clienti, è stata individuata anche una nuova società, la Covisian, quale fornitore del servizio di gestione del customer care. Una scelta che ha eliminato i servizi di Almaviva e sollevato qualche polenica da parte dei sindacati che hanno chiesto l'immediato intervento del ministro del Lavoro Andrea Orlando per salvaguardare i posti di lavoro. Nell'attesa che la società aggiudicataria avvii il servizio, spiega la compagnia aerea, si aprirà un breve periodo di interim durante il quale questa attività verrà svolta da personale di Alitalia in amministrazione straordinaria.
Tra l'altro, Ita metterà a disposizione una piattaforma virtuale a supporto dell'operatività del customer center che utilizzerà nuove tecnologie in ambiente cloud sviluppate da aziende leader di mercato, come la piattaforma Salesforce per la gestione della relazione con i clienti e l'infrastruttura Amazon Web Services per le attività telefoniche, che consente l'impiego anche dell'intelligenza artificiale per migliorare tempi di risposta e qualità nella soluzione delle problematiche del cliente. L'obiettivo è sempre di facilitare al massimo prenotazioni, ricerche dei voli anche poco prima della partenza del volo. In arrivo, vista l'impossibilità di rilevare il programma Millemiglia, un nuovo piano di loyalty, incentrato sulle esigenze di flessibilità e di accessibilità ai voli dei clienti, e conta di avviare a breve la procedura di scelta del fornitore tecnologico per la gestione del programma. 


LE ASSUNZIONI
Sempre dal 26 agosto la newco avvierà una campagna di raccolta di candidature per le figure professionali da inserire successivamente nelle aree operative di volo e di terra e in quelle di staff. Come già anticipato, il processo di raccolta dei curricula avverrà online sul sito web https://cving.com/ita-jobs, attraverso l'ausilio, anche qui, di «innovative piattaforme digitali».
Parallelamente alla ricerca del personale, che verrà come ovvio in prevalenza dalla vecchia Alitalia, oggi si svolgerà, dopo tanti incontri informali, il primo faccia a faccia ufficiale con i sindacati. Sul tavolo il nuovo contratto di lavoro che, come spiega l'azienda, dovrà essere «in linea con le prassi di mercato». Si conta di chiudere entro il 20 settembre, bruciando le tappe. Naturalmente le organizzazioni sindacali, Fit-Cisl in testa, hanno chiesto garanzie sui livelli occupazionali.


LA FLOTTA
Il presidente Alfredo Altavilla e l'ad Fabio Lazzerini hanno poi ribadito la necessità di rendere omogenea la flotta nell'arco del piano industriale, sostituendola con una nuova generazione di aeromobili più efficienti ed environmental-friendly. A settembre verrà fatta la scelta tra Boeing, che appare favorita, e Airbus. A ottobre si parte invece con 52 velivoli, di cui 7 Airbus 330 e 44 Airbus 320 family 1 Embraer.

© RIPRODUZIONE RISERVATA