Scoiattolo trovato impiccato al cartello stradale: è caccia al responsabile

Il povero scoiattolo trovato impiccato ad un cartello stradale a Vicarello, nel livornese. foto pubblicata da Livorno Press
di Remo Sabatini
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 31 Ottobre 2018, 17:13

Uno scoiattolo, morto e appeso per il collo, è stato rinevuto a Vicarello, piccolo centro del livornese.
La macabra scoperta, ieri, da parte di un uomo che, incredulo e sdegnato, ha inviato le immagini a Livorno Press.
Il caso, segue quelli della cronaca degli ultimi mesi che, in diverse parti del Paese, hanno visto oggetto della crudeltà di ignoti, volpi e lupi, cani e gatti.

Sono sempre di più, infatti, i casi registrati, relativi a maltrattamenti animali che arrivano, spesso, fino alla loro uccisione. Episodi cruenti che non trovano giustificazione alcuna. Operati da personaggi che, spesso, rimangono ignoti o che, nella migliore delle ipotesi, sono condannati ad una semplice pena pecuniaria.

Anche e soprattutto per questo, animalisti e ambientalisti stanno organizzando una grande manifestazione per chiedere al Governo l'inasprimento della pena per chi si macchia di crimini contro gli animali.
Promotore della manifestazione, che si terrà di fronte a Montecitorio il prossimo 14 dicembre e che sta raccogliendo adesioni da tutta Italia, il PAE (Partito Animalista Europeo). "In quella occasione, dichiara il persidente del PAE Stefano Fuccelli, consegneremo al Ministro dell'Ambiente Costa, le oltre 170mila firme che abbiamo raccolto. Perchè, chi si macchia di crimini contro gli animali non può cavarsela solo con una semplice multa". 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA