Coronavirus, ultimo saluto in solitudine: il dramma dei funerali negati

Coronavirus, funerali negati: due anziani soli nel viaggio verso il cimitero
2 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Marzo 2020, 08:39 - Ultimo aggiornamento: 08:46

L’epidemia in Valfino non si ferma. Anzi continua a crescere. Stando al bollettino della Asl, ieri, un 69enne, un 64enne e un 89enne di Castiglione Messer Raimondo sono risultati positivi al Covid19. Così i casi nella sola Castiglione salgono a 14. Ieri due funerali negati per i primi decessi per Coronavirus della provincia di Teramo: un 80enne e una 79enne di Castiglione Messer Raimondo con la sola presenza davanti al luogo di sepoltura nel cimitero del paese del parroco e del sindaco Vincenzo D’Ercole. Immagini emblematiche.
Coronavirus, boom contagi: Marsilio “sigilla” la Valfino
Coronavirus: 229 positivi in Abruzzo, due morti nel Teramano
Abruzzo, aumentano ancora i contagi: molti sono giovani. Rischio nuovi contagi
«Il momento più difficile di tutti questi giorni duri è stato questo, vissuto ben due volte in poche ore: dare l'ultimo saluto a due concittadini alla presenza solo del servizio funebre, del nostro parroco don Michele e di nessun famigliare stretto, tranne che di un figlio in uno dei due casi -dice il sidanco D'Ercole - Lasciare questo mondo, evento già doloroso di per sè e doverlo fare in totale solitudine a causa della quarantena, un'esperienza atroce che mette a dura prova tutte le menti. Questo cari concittadini è un altro motivo per restare a casa, forse il più profondo, in segno di rispetto di chi non ce l'ha fatta e del dolore dei loro cari. Un #pensiero e una #preghiera a chi ci ha lasciato, uniti resistiamo in questo momento complicato per la nostra comunità, anche per loro».


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA