Serie C, il Teramo si prende la salvezza (teorica) contro la Vis Pesaro (2-1). Campitelli: «Ora i playoff»

Serie C, il Teramo si prende la salvezza (teorica) contro la Vis Pesaro (2-1). Campitelli: «Ora i playoff»
di Anja Cantagalli
2 Minuti di Lettura
Domenica 21 Aprile 2019, 09:41

Manca solo la matematica a dare la salvezza al Teramo che comunque, vincendo contro la Vis Pesaro (2-1), sale a quota 42 punti e vede adesso il playout a cinque punti di distanza a due giornate dal termine del campionato. 

Il primo tempo offre poche emozioni, mentre la ripresa si sblocca con un calcio di rigore (dubbio) assegnato per contatto tra De Grazia e Guidone. Petrucci trasforma, nonostante Pacini per un attimo sembra deviare il pallone calciato centralmente. Il Teramo però ha il merito di riprendere subito la gara: Ventola mette in mezzo pescando la (solita) testa di Infantino per trovare il pareggio ed il nono gol stagionale.

Poi ci pensa Ventola, con una prodezza dalla distanza, a dare una vittoria decisiva al Teramo ini ottica salvezza.

Questo il commento del presidente Luciano Campitelli al termine della gara: «Se continuiamo a vincere, possiamo anche pensare ai playoff (a due punti di distanza; ndr). Maurizi? Ci ha salvato, ha grandi meriti. Con la squadra che avevamo inizialmente non ci saremmo salvati. Sono arrivati giocatori fondamentali per trovarci adesso in questa posizione».

TERAMO - VIS PESARO 2 - 1

Teramo: Pacini; Polak, Caidi, Fiordaliso; Ventola, Spighi (42’st Spinozzi), Proietti, De Grazia (27’st Armeno), Celli; Infantino, Sparacello (31’st Zecca). A disp.: Lewandowski, D’Aniello, Celentano, Pezone, Bregasi, Cappa, Barbuti, Altobelli, Ragozzo. All.: Maurizi. 
Vis Pesaro: Tomei; Pastor, Briganti, Gennari; Tessiore (30’st Voltan), Paoli, Buonocunto (30’st Lazzari), Rizzato (22’st Testoni); Petrucci, Olcese, Guidone. A disp.: Bianchini, Rossoni, Rocchi, Gaiola, Romei, Medved, Gabbani, Sabatini, Hadziosmanovic. All.: Colucci. 
Arbitro: Moriconi di Roma2.
Reti: 8’st rig. Petrucci; 11’st Infantino; 27’st Ventola. 
Note: spettatori 1355; ammoniti De Grazia, Spighi, Ventola, Rizzato; recuperi 1’ e 5’. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA