Rsa di Avezzano, dopo i cento contagi c'è il primo morto. Indaga il Nas

Sabato 17 Ottobre 2020 di Manlio Biancone
La casa di riposo Don Orione

Alla Rsa Don Orione di Avezzano è morto un ospite, Enea Mincarelli,71 anni, ricoverato da anni nella struttura per anziani con patologie gravi. Era tra quelli risultati positivi al coronavirus dopo il tampone predisposto dalla direzione. Secondo quanto si è appreso, alcune persone ospiti della Rsa positive saranno trasferite nelle prossime ore in strutture sanitarie con reparti Covid, mentre in attesa di nuove disposizioni le altre resteranno precauzionalmente nella struttura.

Ad oggi le persone positive sono 103, 86 ospiti e 17 operatori sanitari. Intanto oltre a quella dell’Azienda sanitaria dell’Aquila è stata aperta anche l’inchiesta giudiziaria. Ieri sono scattati i controlli dei carabinieri del Nas di Pescara per accertare eventuali responsabilità sul maxi focolaio che si è generato nella Rsa dell'istituto religioso avezzanese. Anche la Asl dell'Aquila ha inviato gli ispettori come richiesto dall’assessorato alla Salute della Regione Abruzzo: ieri mattina i sub commissari  nominati dal sindaco, hanno effettuato le visite nei vari piani per accertarsi delle condizioni degli ospiti e delle misure anticovid in atto. Ieri il bollettino regionale ha fatto registrare altri 20 casi positivi ad Avezzano e fra questi anche un bambino di 1 anno che però non presenta sintomi gravi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA