Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giulia Di Sabatino giù dal ponte, la mamma protesta: riaprite le indagini, c’è un testimone

Giulia Di Sabatino giù dal ponte, la mamma protesta: riaprite le indagini, c è un testimone
1 Minuto di Lettura
Venerdì 6 Dicembre 2019, 10:32 - Ultimo aggiornamento: 13:16
La mamma di Giulia Di Sabatino ha protestato questa mattina in tribunale, a Teramo, per l’archiviazione dell’indagine sulla figlia morta a 19 anni in circostanze ancora misteriose dopo essere precipitata da un cavalcavia della A14 nel giorno del suo compleanno, la notte del 31 agosto del 2015.

Dopo quattro anni di accertamenti per la procura di Teramo non ci sarebbero responsabili e l’inchiesta è stata archiviata in modo definitivo, ma la donna non si arrende e oggi ha presentato istanza di riapertura dell’inchiesta chiedendo che venga fatta luce sul quel volo dal cavalcavia che presenta ancora molti aspetti oscuri e di sentite un testimone chiave. 

Secondo la mamma ci sono nuovi elementi, un testimone, appunto, che all’epoca dei fatti «venne sentito dagli investigatori - dice la madre - ma non messo agli atti, ha visto mia figlia proprio quella sera nel centro di Tortoreto». Un particolare che farebbe slittare tutta la ricostruzione fatta dagli investigatori finora.
© RIPRODUZIONE RISERVATA