Cane veglia il corpo del padrone morto e azzanna il fratello che cerca di soccorrerlo

Giovedì 12 Dicembre 2019

Veglia il corpo del padrone, da cui non si separava mai, e quando il fratello dell'uomo si avvicina per capire meglio cosa fosse accaduto, lo aggredisce facendolo finire in ospedale. E' accaduto, ieri pomeriggio, in un'abitazione di via Nora a Pescara. Sul posto, i sanitari del 118 e i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Pescara, che ora si stanno occupando degli accertamenti, a cominciare da quelli sul decesso.

A perdere la vita per un malore improvviso, un 56enne pescarese. Vedendolo a terra, il suo cane, un meticcio di grossa taglia, piuttosto malandato e anziano, gli si è messo vicino e ha iniziato a vegliarlo. L'inferno si è scatenato quando di lì a poco, nella stanza dove era il corpo, è entrato il fratello del defunto: G.S. di 66 anni. Come si è chinato per toccarlo e vedere cosa fosse successo, il cane lo ha morso, provocandogli una ferita lacero contusa alla mano, a causa del quale è stato poi accompagnato al pronto soccorso. Il cane, invece, è stato portato via dal servizio veterinario. Non voleva assolutamente lasciare il suo padrone. Non lontano dal corpo, i carabinieri hanno trovato e sequestrato 53 grammi di hashish e un bilancino di precisione. Per fare chiarezza sul decesso, il pm di turno ha disposto l'esame tossicologico all'esito del quale deciderà se disporre l'autopsia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA