Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Affitta un appartamento per tradire la moglie con la bella brasiliana, tradito dalla bolletta del telefono: scatta la denuncia

Affitta un appartamento per tradire la moglie con la bella brasiliana, tradito dalla bolletta del telefono: scatta la denuncia
2 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Aprile 2021, 08:57

Ha attivato un'utenza telefonica fissa e internet in un appartamento di Napoli, in cui incontrava la sua amante, intestandola però ad un ignaro giovane di Chieti: protagonista un 42enne napoletano con precedenti specifici che aveva fatto di quella abitazione l'alcova che utilizzava per incontrarsi con una 28enne brasiliana con la quale aveva da tempo una relazione extraconiugale. Una volta individuato il napoletano è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Chieti per sostituzione di persona e truffa.

Tutto è iniziato quando il giovane teatino si è visto recapitare a casa bollette per l’attivazione di un’utenza fissa e rete internet di un appartamento di Napoli dove non era mai stato. E in un momento come questo, di estrema difficoltà economica, l'idea di dover pagare bollette per un appartamento situato in una città, lontana dalla propria residenza, in cui non si hanno interessi di alcun genere, non è certamente piacevole. Così, bollette alla mano, il giovane è andato direttamente nella caserma dei carabinieri di Chieti Scalo per denunciare che lui con quella linea non c’entrava niente.

I militari hanno avviato immediatamente le indagini ed hanno così individuato il numero di un cellulare che era stato indicato, come utenza di riserva, dalla persona che aveva attivato la linea. Numero è risultato intestato a una donna residente a Napoli la quale, sentita, ha detto che quello era il numero del cellulare che usa suo marito. E allora si è scoperto che il 42enne non era il reale utilizzatore né dell’appartamento, né dell’utenza intestata al giovane teatino ma che aveva "architettato" il tutto per crearsi un vero e proprio pied à terre dove incontrare l' amante. A questo punto, oltre che con la giustizia, il napoletano dovrà vedersela anche con la moglie tradita. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA