Al Rocchi esplode la festa: la Viterbese batte 2-0 la Fermana e rimane in serie C

Al Rocchi esplode la festa: la Viterbese batte 2-0 la Fermana
di Marco Gobattoni
3 Minuti di Lettura
Sabato 14 Maggio 2022, 19:35 - Ultimo aggiornamento: 19:59

La Viterbese scaccia via gli incubi, batte 2-0 la Fermana e rimane in serie C dopo un campionato difficile ma che ha visto i gialloblù tirare fuori gli artigli per ribaltare lo 0-1 dell’andata. La Viterbese è stata brava ad indirizzare il match dopo appena nove minuti, per poi chiudere i conti a venticinque dalla fine. 

Il lampo che serve per rimettere la Viterbese in superficie arriva all’alba della gara: assist di Calcagni per Polidori che viene steso da Ginestra all’interno dell’area di rigore. Il tiro dal dischetto è trasformato da Volpicelli che fa esplodere un Rocchi gremito come i tempi d’oro di Coppa Italia e play-off. Il gol prematuro ha il merito di sbloccare la sfida: la Fermana, riordinate le idee, si rende pericolosa con Frediani, ma i gialloblù danno la sensazione di essere sempre pericolosi in ripartenza.

Il caldo soffocante non allenata il ritmo del match, la partita si confà ad un play-out e nel giro di trenta secondi volano due ammonizioni; una per parte con Semenzato e Urbinati che finiscono nel taccuino di Longo. A tre dalla fine del primo tempo clamorosa occasione per la Fermana con il tiro di Cognigni murato da D’Ambrosio. Il finale di tempo è dei marchigiani che spingono alla ricerca di un pareggio che significherebbe salvezza. 

La ripresa si apre senza cambi e con lo stesso copione, la Fermana che fa la partita con la Viterbese intenta a controllare e provare a ripartire negli spazi. Pannitteri è il più pericoloso tra i marchigiani ma il suo sinistro e ben controllato da Fumagalli. Gli ospiti insistono e mettono alle corde una Viterbese troppo timida che fatica a costruire occasioni da rete. Megelaitis prova a scuotere la formazione di Dal Canto ma il suo tiro va alle stelle. Il tecnico della Viterbese inserisce Ricci al posto di Adopo, passando di fatto ad un 3-5-2 con Mungo arretrato sulla linea dei centrocampisti.

Al 64’ però il Rocchi trema ancora una volta per il 2-0 realizzato da Urso bravo a ribadire in rete dopo la traversa colpita da Mungo. Il 2-0 anestetizza il match con la Fermana che accusa il colpo e fatica a reagire. Il finale è tutto della Viterbese con i tifosi che cantano a squarciagola e la squadra che tiene in mano una categoria troppo preziosa da mollare e da cui ripartire per non ripetere gli errori di quest’anno. 

VITERBESE (4-3-3): Fumagalli 6; Semenzato 6, D’Ambrosio 6,5, Martinelli 6,5, Urso 7; Calcagni 6, Megelaitis 6, Adopo 6 (dal 13’ s.t. Ricci 6); Mungo 6,5, Polidori 6 (dal 42’s.t. Bianchiamano s.v.), Volpicelli 6,5. All. Dal Canto.

FERMANA (3-4-2-1): Ginestra 5,5; Sperotto 5,5 (dal 34’p.t. Spedalieri 6), Urbinati 5,5, Rossoni 6; Rodio 5,5, Graziano 6, Mbaye 6, Alagna 5,5; Pannitteri 6,5, Frediani 5,5 (dal 30’s.t. Sangiorgi 5,5), Cognigni 5,5. All. Baldassari. 

Arbitro: Longo di Paola. 

Reti: 8’ Volpicelli su rig.; 64’ Urso. 

Note: ammoniti Semenzato, Adopo, Urbinati, Mbaye, Cognigni, Sangiorgi. Espulso Boateng. Spettatori 3.250 circa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA