Montalto: disposta l'autopsia sul corpo di Fulvio Recchi morto per una sospetta overdose

Mercoledì 14 Ottobre 2020 di Marco Feliziani

Nella giornata di oggi all'istituto di medicina legale della Sapienza di Roma verrà conferito l'incarico per eseguire l'esame autoptico sul corpo di Fulvio Recchi, il 40enne di Montalto di Castro trovato privo di vita sabato scorso in un terreno in Strada degli Orti, nei pressi del canile comunale.

 

Montalto, trovato morto in un terreno uomo di 40 anni. Probabile overdose da droga

 

Anche se l'ipotesi della morte sarebbe da attribuire a una overdose da sostanze stupefacenti, gli inquirenti dell'Arma dei carabinieri stanno eseguendo una indagine che vede chiamare alcuni conoscenti della vittima, ascoltati nei giorni scorsi in caserma. Come si ricorderà, sabato il 40enne è stato rinvenuto dai familiari privo di vita sotto una pergola in un appezzamento di terreno dove, prima della morte del padre nel dicembre del 2019, era solito andare per accudire un cavallo

 

. Gli investigatori del nucleo operativo e investigativo di Tuscania e della stazione di Montalto puntano a ricostruire la rete di contatti del 40enne, in particolare nelle sue ultime ore di vita. Era solo? C'era qualcuno con lui nel capanno prima della sua morte? Sono alcune delle domande alle quali gli investigatori starebbero cercando di dare una risposta e fare luce su una tragedia che ha colpito una intera comunità.

 

L'auto, una Volkswagen Tiguan di colore bianco, è stata sequestrata dai carabinieri così come il cellulare e tutti gli effetti personali rinvenuti addosso alla salma. Sarebbe proprio il cellulare la chiave da cui gli inquirenti potrebbero estrapolare informazioni utili alle indagini ed eventualmente individuare persone coinvolte in questa triste vicenda. Una vicenda che ha lasciato sgomento e amarezza in un paese come tanti altri dove la piaga della droga segna il futuro di molti.

 

Fulvio era un ragazzo amato da tutti per il suo animo buono, per la sua semplicità e socialità che in molti ricordano con affetto con numerosi post sui social: “Voglio ricordarti così, felice. Perché sei un ragazzo speciale unico nel suo genere, mitico su alcune cose, con un cuore che pochi giovani hanno”. “Quando perdi un amico di una vita, un pezzo della tua si smarrisce per sempre”.

Ultimo aggiornamento: 12:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA