Fine settimana alla scoperta della Befana di Latera, boschi magici, tombe etrusche dipinte

Sutri: anfiteatro etrusco-romano
di Carlo Maria Ponzi
2 Minuti di Lettura
Sabato 19 Giugno 2021, 06:20

Il penultimo week-end di giugno dispensa una manciata di iniziative in svolgimento da un capo all’altro della Tuscia. L’elenco delle segnalazioni è capeggiato dal menestrello Antonello Ricci che sabato alle ore 17, al museo della Terra di Latera, presenta il volume “La Befana di Latera sòna e canta. Racconti, suoni e immagini” di Marco D'Aureli e Simona Soprano, per i tipi dell'editore Davide Ghaleb.

«Il libro – spiega lo scrittore-performer – è frutto di una ricerca sul campo pluriennale, mette in dialogo ricordi e storie narrate in parte da chi le ha vissute, in parte da persone alle quali queste sono giunte in modo diretto o per sentito dire. Ne emerge una grande narrazione collettiva sulla Befana, fatta di racconti che passano di bocca in bocca e diventano vero e proprio patrimonio condiviso».

Ancora sabato (alle ore 10 e alle 14) le guide di Percorsi ripropongono una passeggiata sui sentieri del Bosco del Sasseto (Torre Alfina), “foresta magica, popolata da una incredibile varietà di alberi secolari, dove muschi e felci ricoprono ogni roccia e tronco, ed eleganti sentieri ti condurranno tra scorci di natura selvaggia e incontaminata”. Info e prenotazione 320-3149587.

Domenica entra in scena Sutri, “la porta dell’Etruria”, per ammirare la necropoli etrusca, l’anfiteatro etrusco- romano interamente scavato nel tufo, unico nel suo genere; quindi il mitreo, con la chiesa rupestre dedicata  della Madonna del Parto, le cui volte scavate nella roccia sono arricchite da affreschi che ritraggono la Madonna col Bambino, San Giacomo e San Michele Arcangelo e  la storia  dell’apparizione del toro nella  grotta di San Michele nel Gargano, contornato da una processione di pellegrini, in viaggio sulla Francigena. Info:  333-3597523 oppure 335-5896843.

Sempre domenica è previsto un trekking serale tra natura e archeologia al Parco di Vulci (info: 320-3149587; 327-4570748) nonché la visita alla necropoli etrusca delle tombe dipinte di Tarquinia (dalle ore 10), patrimonio Unesco, definita “il primo capitolo della storia della pittura italiana”. Info: guida Sabrina Moscatelli, 339-5718135.

© RIPRODUZIONE RISERVATA