Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Noemi al Taormina Film Fest: «La parola giudicare è pesante»

EMBED

Dalla colonna sonora della propria vita, alla giuria in un festival cinematografico “Dove la grande musica si mischia al grande cinema”. Centodieci e lode in Critica Cinematografica alla Sapienza, una laurea che Noemi utilizzerà al Taormina Film Fest dove è giurata, ma non ama un termine così duro: «La parola giudicare è pesante, io in realtà mi sento come invitata a una festa, dove posso vedere dei film pazzeschi. Spero che i miei prof mi abbiano passato tutte le conoscenze in materia. Io ce la metterò tutta» (Servizio a cura di Eva Carducci)

Ethan Hawke per The Black Phone: «Il problema sono gli adulti»