Il Natale a 5 Stelle di Vanzina e il governo gialloverde ha Ghini premier: "Ma in politica serve competenza"

EMBED
E' la prima volta di un film di Natale su Netflix e di un cinepanettone ("ma noi Vanzina che l'abbiamo inventato con Vacanze di Natale - dice Enrico al Messaggero - non lo facevamo da anni") su una piattaforma internazionale con distribuzione in 170 paesi. Al Messaggero ne parlano Enrico Vanzina che ha scritto col fratello Carlo il film e a cui è dedicato, e i protagonisti Massimo GHini e Martina Stella. "Carlo voleva che il film si facesse - racconta emozionato Enrico - e poteva girarlo solo il suo miglior amico regista, Marco Risi. Un film nato da lontano: era una commedia comica inglese di grande successo, l'abbiamo ambientata a Budapest e calata nell'attualità dela politica italiana". Sembra un instant movie comico, tagliente. Soprattutto nelle figure dei due ospiti del Messaggero: Massimo Ghini è un premier che somiglia a Conte nella necessità di far stare insieme Lega e M5S. "Mi chiami presidente - ci dice subito - e se vuole le svelo anche come chiuderemo l'accordo con l'Europa..." Ghini il politico l'ha anche fatto: "Presi 1800 voti e fui eletto consigliere comunale, poi parlamentare europeo. Quelli erano voti veri, mica click su una piattaforma. Ebbene, io che un po' l'ho frequentata la politica posso sorridere  e far sorridere con la nostra pochade, ma penso che servirebbe una formazione da professionisti della politica. Non mi fido degli improvvisati, dei dopolavoristi della politica: è una cosa troppo seria, la cosa pubblica. Ci vorrebbe una Alta Scuola come quella dei politici francesi: formazione bipartizan..." Rientra di continuo nella parte, Ghini. E al suo fianco la bellissima Martina Stella elogiata pubblicamente da Vanzina: "E' stata bravissima: era l'unica a non avere grande esperienza teatrale, rispetto a Massimo, Biagio Izzo, Paola Minaccioni e se l'è cavata benissimo". Nel cast anche Andrea Osvart e Ricky Memphis. "Sono una politica del Pd piacente, toscana... Lo so che tutti pensano alla Boschi e un po' le devo somigliare nel film, ma non troppo". Il premier gialloverde nel film vuole conquistare la bella bionda dell'opposizione, si attiva il meccanismo comico che dal 7 dicembre si potrà scoprire su Netflix. "Essere con una commedia italiana che racconta l'Italia di oggi - dicono Ghini, Vanzina e la Stella - è una grande occasione e una responsabilità". L'Italia che descrive Natale a 5 Stelle fa ridere per la sua confusione, per l'incapacità di uno scatto responsabile. Tutto quello di cui un film comico aveva bisogno. "Penso sia proprio il film - conclude Enrico Vanzina - che mio fratello Carlo avrebbe voluto vedere".


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Fare il vento è un modo di dire per dire che non si paga al ristorante

di Mauro Evangelisti