«Sul bus i cani non salgono»: la lite, poi l'autista lo investe

EMBED
Come in un film horror: un bus della linea Atac punta un pedone. E lo investe, in pieno giorno. Dietro l'episodio, una lite per i cani. Succede a Roma - il fatto è del 9 maggio ma solo ieri è circolato il video choc - città dove i trasporti pubblici vengono ormai vissuti come un'odissea tra guasti, incendi, ritardi, corse saltate, scale mobili rotte e metro a singhiozzo. Stavolta però, è un'autista dell'azienda romana a combinare il guaio. Nel video, pubblicato su YouTube dalla ex pasionaria Micaela Quintavalle (poi rimosso per le minacce da lei ricevute), si vede l'uomo in mezzo alla strada davanti al 786. Intorno a lui ci sono dei cani: il mezzo avanza e il pedone mette le mani avanti come a volerlo fermare. L'autista invece di frenare accelera.

La scena non è completa perché, quando l'autobus si ferma, è coperto da un muro di recinzione. L'uomo investito, soccorso da un'ambulanza, non è grave ma ha riportato diverse ferite per la caduta. L'azienda, sottolineando che si tratta di un fatto «molto grave» ha subito stigmatizzato il comportamento del suo dipendente. «In relazioni alle immagini diffuse su un video, nel quale si vede un bus in servizio sulla linea 786 che si dirige contro un pedone, Atac ha immediatamente avviato gli accertamenti non appena ha avuto contezza del filmato, che l'azienda giudica molto grave.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani