Tosca, tre premi in due giorni: Tenco e Nastro d'argento. "E un duetto regalato da Tiziano Ferro"

video
EMBED
Una carriera cominciata nel mito di Gabriella Ferri, la vittoria a Sanremo nel 1996 con Ron, dopo gli anni della formazione trascorsi con Renato Zero, Dalla. "Ma soprattutto con un mentore come Renzo Arbore ai tempi di Quelli della Notte", Tosca si racconta nella settimana che l'ha vista vincere ben tre prestigiosi premi, dopo quelli incassati nell'ultimo Sanremo. Tosca ha vinto ieri due Targhe Tenco come Miglior interprete di canzoni con l’album ‘Morabeza’ e Miglior canzone singola con ‘Ho amato tutto’. Due giorni fa si è aggiudicata il premio ‘Protagonista dell’anno’ per la sua performance eccezionale nel documentario di Emanuela Giordano Il suono della voce, finalista dei Documentari ai Nastri d’Argento 2020. E qualche giorno fa il regalo di Tiziano Ferro all'Officina Pasolini di cui la cantante romana è animatrice da anni. "Una canzone che Tiziano ha voluto cantassi con lui, un bel modo di essere vicino ad una scuola di giovani talenti finanziata dalla Regione Lazio e che non volevo soffrisse troppo per il lockdown. Abbiamo avuto i più grandi per le mie interviste, e Tiziano con la sua canzone". L'estate di Tosca sarà "normale": "Non conta quanta gente avrò ai miei concerti, ma torno a cantare dal vivo. Io senza pubblico non so esibirmi. Poi spero anche di tornare nei teatri e di dare il via al tour mondiale nel 2021 che era in programma quest'anno. Altre sorprese? Sì, ho qualcosa in serbo ma non posso parlarne ora". 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani