Coronavirus, a Malpensa task force di medici a bordo degli aerei in arrivo dalla Cina

EMBED
Si attende solo la pubblicazione del bollettino in Gazzetta ufficiale e la firma dei contratti. Poi tutto sarà pronto per l'arrivo di medici 'sentinellè che supporteranno il personale già in campo negli aeroporti di Fiumicino e Malpensa per i controlli ai passeggeri in arrivo dalla Cina. La missione è quella di provare a sbarrare la strada al nuovo coronavirus cinese. Una missione - a quanto apprende l'AdnKronos Salute - da 40 euro lorde l'ora per 38 ore settimanali e una paga che, calcolando le detrazioni, per un mese dovrebbe essere intorno ai 3.700 euro netti. In campo scenderanno non solo camici bianchi, ma anche infermieri in uguale numero, dopo la formazione che si è già svolta oggi nella Capitale. Domani ci sarà una seconda giornata di convocazioni. Fra i dottori, alla chiamata (la Federazione italiana medici di medicina generale Fimmg si era mobilitata anche via social per i 'reclutamentì) hanno risposto in particolare medici di medicina generale e giovani del Corso di formazione in medicina generale. «Attendiamo l'ufficializzazione - spiega un 'camicè - ma ci è stata anticipata l'attività che dovremo svolgere in affiancamento al personale in loco, che è già impegnato nell'attività di monitoraggio in maniera efficiente su arrivi e partenze».

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani