Scalo a Dubai? Ecco cosa fare in 5, 12 o 24 ore

Giovedì 24 Gennaio 2019 di Francesca Spanò
1
Scalo a Dubai? Ecco cosa fare in 5, 12 o 24 ore

Se esiste un sogno impossibile, Dubai inizia la sua personale sfida per realizzarlo e dimostra, ogni volta, che non ci sono confini irraggiungibili se cuore, determinazione e menti visionarie riescono a incontrarsi. Ed è così che la psichedelica città degli Emirati Arabi è diventata in meno di mezzo secolo un simbolo da ammirare, totalmente amata da alcuni e detestata con tutte le forze da chi, invece, ne legge solo il lato godereccio e leggero.

LEGGI ANCHE Emirates aumenta i voli giornalieri su Roma a partire da marzo

Eppure basta scrutarne il recente passato per accorgersi che questo fazzoletto di terra dalle profondità ricche di petrolio, sede di alcuni degli uomini più ricchi al mondo, continua a sorgere nel deserto a un ritmo tanto veloce da superare qualunque strabiliante arte magica. Grattacieli, centri commerciali giganteschi e persino una pista da sci: tutto qui ha numeri da capogiro.

La frase che più spesso sente pronunciare chi arriva da queste parti è, infatti, “il più grande del mondo” ed è assolutamente vero, perché in quanto a cifre, Dubai, non intende finire mai al secondo posto e, nonostante la crisi e l’aumento dei prezzi abbiano diminuito in parte il turismo italiano, resta sempre una meta dove scappare non appena le proprie finanze lo concedono. Le sue costruzioni futuristiche ormai sono un must universalmente riconosciuto: chi non ha mai sentito parlare del Burj Khalifa, della vela del Burj al-Arab o del Dubai Mall? La destinazione, insomma, è una perfetta metafora di come dovremmo imparare a vivere la vita: credendo che in fondo, tutto quello che si desidera, con sacrificio e intuizione, può almeno in parte diventare realtà.
 

 

Dubai in 5 ore

In questo caso, affittare un'auto è il mezzo più comodo per girare la città e fermarsi dove si desidera. In poche ore, traffico permettendo, si può prevedere un veloce tour tra i suoi simboli principali. D'obbligo il Burj Khalifa con il vicino Dubai Mall almeno dall'esterno, per poi raggingere Madinat Jumeirah (e il Burj al-Arab) e la Old Dubai

Dubai in 12 ore

Con un giorno di tempo, l'ideale è avvicinarsi al centro. In questo senso, potrebbe essere una buona idea, almeno per la colazione, fermarsi al Vida Hotels and resort, con la sua piscina con vista sui grattacieli e la posizione strategica a pochi metri dall’attuale costruzione più alta del mondo, il Burj Khalifa. Per salire sulla mega torre molto spesso è indispensabile prenotare in anticipo e si può scegliere di fermarsi al 124esimo piano sulla terrazza (meno cara e ben più frequentata) o al 148esimo sulla piattaforma più alta e più esclusiva. In tutto i piani sono 163. Ritornando alla base, dopo aver superato l’Armani hotel, può iniziare il giro al centro commerciale Dubai Mall, anche in questo caso il più grande del mondo (nonostante qualche voce contrastante in merito) che con i suoi egozi (di lusso ma non solo) è sicuramente divertente da scoprire. Se in poche ore non volete perdervi l’altro simbolo di Dubai che è il Burj al-Arab, almeno all’esterno, potete pranzare a Il Borro Tuscan Bistrot (Hotel Al Naseem Madinat Jumeirah) e da qui esplorare l'iconica zona moderna dove le eleganti abitazioni sono ricostruite in stile tradizionale arabo e dove sorge l’incantevole Souk Madinat Jumeirah. Giunti in loco, è semplice raggiungere la spiaggia dove la gigantesca struttura a forma di vela, regala spettacolo a tutte le ore. Durante la serata, un consiglio può essere quello di assistere allo spettacolo notturno con giochi d’acqua appena sotto il Dubai Mall con il Burj Khalifa che si illumina di diversi colori incredibili.

Dubai in 24 ore

Un luogo da segnare nell'itinerario per il secondo giorno è sicuramente la Old Dubai a cominciare dal souk delle spezie. Attraversando il Dubai Creek (il fiume naturale dal quale la città ha iniziato a essere costruita) in dhow, si giunge poi nell’immancabile souk dell’oro (Gold Souk) di Deira dove le proposte al limite del chiassoso sono tantissime ed è strabiliante scoprire quanto sia importante mostrare la propria ricchezza per chi abita da queste parti. In zona vale la pena di concedersi del tempo nell'area di Al Seef, dove negozietti, case e dettagli sono tutti ricreati come un tempo, tra decori e design in stile islamico. Si tratta di un nuovissimo progetto che unisce le tradizioni tipiche degli Emirati a livello urbanistico, riscoprendo il suo glorioso passato attraverso vecchi boulevard, piazze e vicoli che sembrano dimenticati e romantici porticcioli. In realtà, è tutto moderno ma l’ispirazione è tradizionale e l’idea è stata messa in pratica al meglio. Il consiglio è di consumare un pasto al volo in zona e di concedersi qui tutto il tempo necessario. Buona idea è partire dal quartiere storico di Al Fahidi assaporando l’atmosfera fuori dal tempo della zona. Chi, invece, dopo il tour vuole mangiare con calma e rilassarsi, può raggiungere in auto il The Artisan by Enoteca Pinchiorri, con ottime specialità italiane, prima di proseguire per la nuova area di Dubai Design District, trionfo di progetti futuristici di giovani creativi provenienti da tutto il mondo.

Dubai in rosa in due giorni

Un tour tra amiche a Dubai? Assolutamente possibile, visto che la meta è sicura, facile da scoprire e divertente. In questo caso, le attrazioni imperdibili possono essere:

  • Dubai Mall per un giro di shopping
  • Burj Khalifa
  • Dubai Fountain: appena sotto il Burj Khalifa, durante tutta la giornata, ogni trenta minuti, la grande fontana incanta con getti d’acqua che raggiungono i 140 metri, con musica e luci
  • Souk dell’oro di Deira
  • Giro in dhow attraverso il Creek
  • la "vela" del Burj al-Arab e il Souk Madinat Jumeirah
  • Una passeggiata a La Mer, tra localini trendy e originali e la spiaggia in vista.Terminato il poco tempo a disposizione, non resta che proseguire il proprio viaggio o riprendere un volo Emirates per rientrare in Italia, nell’attesa di tornare a scoprire questo fascinoso luogo che cambia al ritmo di un battito di ciglia.

Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio, 01:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Per la fidanzatina del figlio la mamma diventa sfinge

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma