Umbria ombelico d'Italia, lo rileva il dna degli abitanti

Giovedì 2 Luglio 2020
PERUGIA - L' Umbria è l'ombelico d'Italia anche dal punto di vista genetico: il Dna dei suoi abitanti, antichi e moderni, conserva le tracce delle principali migrazioni che hanno segnato la storia della penisola negli ultimi 8.000 anni. La più evidente è quella lasciata da un
misterioso popolo giunto dal centro Europa circa 5.000 anni fa e oggi ancora 'vivò nella parte orientale della Regione. Lo dimostra uno studio pubblicato su Scientific Reports dalle Università di Perugia, Pavia e Firenze. I ricercatori hanno ricostruito la storia genetica degli umbri mettendo a confronto il Dna di 545 volontari umbri con quello estratto da 19 reperti ossei umani rinvenuti nella necropoli pre-romana di Plestia, Colfiorito, risalenti tra il IX e III secolo a. C. Dai risultati è emerso che gli umbri hanno origini distinte da quelle di altri antichi popoli dell'Italia centrale come gli Etruschi: sarebbero legate a un'ondata migratoria arrivata dall'Europa centro-orientale 5.000 anni fa, a cui poi si sarebbero sovrapposte altre migrazioni dall'area mediterranea © RIPRODUZIONE RISERVATA