Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Terni, Famiglie dei malati oncologici in trasferta,l'aiuto arriva dall'associazione Aquamadre

Terni, Famiglie dei malati oncologici in trasferta,l'aiuto arriva dall'associazione Aquamadre
di Nicoletta Gigli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 07:46

TERNI  - “I ternani hanno un grande cuore. Lo dimostrano ogni giorno col sostegno alla nostra associazione e, in questi giorni, con la presenza di ben 75 persone alla cena di raccolta fondi per Aquamadre”.

Ludovico D’Amario parla dell’attività portata avanti dalla neonata associazione che  occupa di “turismo sanitario”  sostenendo le famiglie di malati oncologici che devono seguire il proprio caro che deve curarsi fuori dalla propria città di residenza.

L’associazione, nata ufficialmente a dicembre, è stata voluta con forza da Ludovico, noto professionista ternano che dieci anni fa ha iniziato la sua lotta contro un tumore cerebrale e ha dovuto affrontare una serie di difficoltà logistiche che hanno reso insopportabile la malattia.

“In certi momenti .-  dice - è necessario trovare un aiuto per superare almeno gli ostacoli logistici, che non sono irrilevanti” dice Ludovico, che in occasione dell’ennesimo intervento a Milano riuscì ad avere accanto la sua famiglia grazie ad una onlus del posto.

Dopo il ritorno dall’inferno della malattia la volontà determinata di mettersi all’opera per poter offrire un alloggio, il trasporto e l’assistenza alle famiglie in cura per patologie oncologiche lontano da casa.

Oggi sono due le famiglie sostenute da Aquamadre. Persone che hanno un familiare in cura nel nord Italia e che, grazie all’associazione, possono concentrarsi solo sulla strenua lotta alla malattia.

La serata di beneficenza, da sold out, è iniziata col monologo dell’attore Stefano de Majo. Accompagnato da Emanuela  Boccacani al flauto traverso, ha ripercorso i tratti salienti dell’associazione nata dall’esperienza personale del suo presidente e subito appoggiata senza riserva dai suoi amici e soci Marco Mazza, Giorgio Bellucci, Andrea Armeni Francesco Astolfi, Emanuela Boccacani, Mauro Giolo e Roberto Palazzo.

La serata, alla quale ha preso parte una delle famiglie aiutate dall’associazione, ha toccato con leggerezza il tema oncologico e le difficoltà che crea nelle famiglie coinvolte. Ad alimentare le iniziative di Aquamadre una riffa con i premi donati da diversi commercianti ternani.

“Siamo grati a chi ha partecipato e a quanti hanno contribuito con donazioni volontarie” dice Ludovico.

Per chi volesse sostenere il progetto dell’associazione  l’iban è IT22U0329601601000067375488

© RIPRODUZIONE RISERVATA