CORONAVIRUS

Il Santa Maria si riorganizza
grazie anche alle donazioni ​
Quinto piano dedicato al Covid-19

Giovedì 19 Marzo 2020
L'ospedale Santa Maria
Non solo mascherine, ventilatori e letti, che servono più che mai, la lotta al Covid-19 passa anche per i classici Pc. Ed è stato grazie alla donazione della Cosp Tecno Service (30mila euro) se nel giro di poche ore al Santa Maria sono arrivati quaranta nuovi computer. Donazione che ha permesso una riorganizzazione dell'ospedale basata sull'emergenza coronavirus. Con il quinto piano del Santa Maria che è tutto dedicato ai pazienti affetti da Covid-19 o da malattie respiratorie. Una riorganizzazione che, ovviamente, ha interessato anche gli altri piani. Chirurgia digestiva, toracica e vascolare e Ginecologia al primo piano, mentre al secondo si trovano: Chirurgia generale, specialità chirurgiche, Chirurgia Colo-protcologica, Orc, Oculistica e Maxillo-facciale. Gli ambulatori Orl (Otorino) e Oculistica restano nella sezione Testa Colla, dove sarà trasferito l'ambulatorio di Chirurgia vascolare. L'Unità operativa di Geriatria (l'ex reparto) è stata trasferita nell'ala Nord est presso il reparto Ldpa (Lungo degenza post acuzie). Al piano terra Medicina d'urgenza, Epg (Epato gastro), Nefrologia ed Oncologia. Grazie alla generosità di privati e imprese ternane prosegue dunque l'attività della task force voluta dal commissario straordinario dell’azienda ospedaliera di Terni, Andrea Casciari, e composta dal primario di anestesia e rianimazione Rita Commissari e da Leonardo Fausti della direzione affari generali, per gestire le risorse donate al Santa Maria. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani