Terni, in Bct tornano le "Giornate della filosofia"

Terni, in Bct tornano le "Giornate della filosofia"
di Au. Prov.
3 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Settembre 2022, 23:25

TERNI – Ci si chiede se la materia pensa, in Bct. Dove è in corso la quarta edizione di “Giornate della filosofia", appuntamento dedicato all’approfondimento di tematiche filosofiche che mette a confronto il pensiero dei maggiori esperti in materia: studiosi, docenti universitari e dei licei.   Conferenze, incontri-dibattito, interventi a partire dalle ore 10 e fino all’orario di chiusura del Caffè letterario della Bct. Il primo appuntamento in programma per venerdì 30 settembre è con Marisa D’Ulzia, dell’Associazione italiana cultura classica, che tratterà  “Quel che resta della coscienza-cronaca di un declino”.

Dopo di lei la parola passerà ad  Andrea Tortoreto dell’Università degli studi di Torino, che si chiederà: “Abbiamo davvero paura dei mostri?” Alle 11,30 torna Antonio Allegra dell’Università per stranieri di Perugia, che già si è fatto apprezzare nelle passate edizioni del festival organizzato dalla Biblioteca comunale di Terni (Bct).  Con l’intervento di Nadia Feliciotti (licei statali Angeloni di Terni) si chiude la prima sessione del convegno che riprenderà  con “Paesaggi della mente. Su Amin Maalouf e il disagio dell'altrove” (alle ore 15,30)  a cura di Raffaele Federici (Università di Perugia).

Alle 16,15 interverrà (in videoconferenza) Francesco Brusori del centre d’études supérieures de la Renaissance dell’università di Tours, e subito dopo Samuela Dolci, insegnante del liceo Angeloni di Terni, affronterà il tema “La mente nelle filosofie orientali”. Nell’ultima “Giornata”, sabato primo ottobre, dialogheranno personalità come  Paolo Armellini della  Sapienza di Roma (Centro per la Filosofia Italiana),  Annalisa Dorini del liceo Filippo Buonarroti di Pisa,  Andrea Bocchetti della Federico II di Napoli, Arcangela Miceli dell’Università degli studi Roma 3 (Scuola di Filosofia),  Aldo Meccariello (Centro per la filosofia italiana), Paolo Antonelli dell’ università degli studi di Parma, e  Marco Bonifazi del liceo classico Tacito di Terni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA