Perugia, in bici per chiedere sicurezza
«Le strade della città vanno adeguate»

Sabato 11 Luglio 2020 di Riccardo Gasperini
PERUGIA - In sella alla propria bicicletta lungo le strade della città con un doppio obiettivo. «Tracciare i percorsi migliori e più sicuri» ma anche e soprattutto «individuare le criticità maggiori». Criticità da fare poi arrivare, con tanto di proposte «a chi prende le decisioni». Questo per chiedere, in una fase in cui continua a crescere l’uso della bici nel quotidiano, «che la città riconosca e si adegui alla presenza in strada delle bici, che anzi la favorisca e incentivi, mettendo in campo interventi adeguati». È nata così l’iniziativa Bike the city – itinerari urbani, appuntamento promosso da Fiab Perugia Pedala, realtà presieduta da Paolo Festi che da tempo si muove per la sicurezza in strada e sul tema ha avanzato proposte insieme ad altre realtà.
Tre le pedalate organizzate, di cui una già andata in scena mercoledì. Un bel gruppo di ciclisti che si è mosso dal centro storico a Fontivegge «per percorrere alcune strade di Perugia, le stesse che diverse persone, sempre di più, percorrono ogni giorno per raggiungere il postodi lavoro o svolgere commissioni». Un modo per marcare ancora di più che l’uso della bici diventa sempre più frequente e chiedere allo stesso tempo di potersi spostare in sicurezza, quella «che adesso non è garantita, perché le strade sono costruite unicamente per le auto, perché le auto vanno troppo veloci, perché non c’è una segnaletica sufficiente».
«Chiediamo, e vogliamo, che siamo realizzati gli interventi, spesso a basso costo, che dovrebbero garantire tutto ciò, convincendo in questo modo anche altre persone a scegliere un mezzo ecologico, economico e molto spesso anche più comodo come la bici per i propri spostamenti quotidiani». Ecco il cuore dell’iniziativa che ha anche un risvolto sociale per «la bella esperienza di ritrovarsi assieme, e per una volta vedere le strade della città riempirsi di bici». Succederà ancora: altri appuntamenti sono previsti il 22 luglio e 5 agosto. Intanto Fiab ricorda che è recente l’approvazione, in commissione Territorio in Comune è stato approvato all’unanimità un ordine del giorno «dove si chiedevano, tra le altre cose, misure e interventi per favorire l'utilizzo della bici in città. Chiediamo che si passi dalle parole ai fatti».

DAL PALAZZO Proprio sul fronte bici, una determinazione dirigenziale della struttura operativa Contratti e semplificazione del Comune, ha dichiarato efficace l’aggiudicazione disposta con atto dell’unità operativa Mobilità per l’ampliamento delle rastrelliere e delle bici del servizio di bike sharing. La rete cui con 9 stazioni e 45 biciclette. © RIPRODUZIONE RISERVATA