CORONAVIRUS

Il Pd prova a fare la pace e su Facebook parla di Sanità

Mercoledì 3 Febbraio 2021
Enrico Rossi

PERUGIA - Il Pd prova a fare la pace. I candidati alla segreteria regionale si sono incontrati nuovamente ieri mattina, come già avvenuto in più occasioni nelle scorse settimane, per confrontarsi sulle prospettive dell' Umbria, del Paese e del Partito Democratico. «Abbiamo espresso preoccupazione - riferiscono Tommaso Bori, Francesco De Rebotti, Massimiliano Presciutti e Alessandro Torrini in una nota congiunta - per il quadro politico italiano e la nostra piena vicinanza al gruppo dirigente nazionale. Forte anche la preoccupazione per le difficoltà che emergono nella nostra regione. Il dibattito che il Pd Umbria ha da tempo avviato si inserisce, infatti, in una dimensione locale di grande incertezza. Alle inadeguatezze e alle gravi mancanze della giunta Tesei e del centrodestra umbro abbiamo il compito e la responsabilità di contrapporre un progetto di prospettiva e di ampio respiro».

«Su per questo - spiegano - che vogliamo ricostruire il Partito Democratico dell'Umbria e la sua comunità in maniera collegiale, condividendo la necessità di intraprendere un percorso unitario e condiviso, perché è questo il ruolo che ci spetta».

«Venerdì - riferiscono i candidati - ci ritroveremo insieme a parlare di sanità, in un'iniziativa in programma alle 21 in diretta sulla pagina Facebook del Pd Umbria con Stefano Manai (responsabile formazione sanitaria Pd nazionale) e Paola Boldrini (vice presidente commissione Igiene e Sanità del Senato), che ha l'obiettivo di rimettere al centro emergenze e priorità di ricostruzione. Poi saremo impegnati in un lavoro che consenta al nostro congresso di generare una visione condivisa e un gruppo dirigente che, a partire da noi, con umiltà, generosità e coraggio metta il Pd in grado di aprire un cantiere di idee e progetti per il futuro della nostra regione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA