Narni: citta fra le prime in Italia per lotta a spreco alimentare

Lotta agli sprechi alimentari
di Marcello Guerrieri
Il quindici giugno in sala consiliare di Narni si parlerà della lotta allo spreco alimentare e l’esperienza della città saranno al centro della discussione. Recupero di prodotti alimentari, non alimentari e farmaceutici ecco i “settori” su cui si impernia la lotta allo spreco. Saranno presenti il sindaco, Francesco de Rebotti, l’assessore comunale all’ambiente, Alfonso Morelli, la consigliera regionale Carla Casciari e il presidente della cooperativa Babele che dal 2016 gestisce il progetto “Solido - Dispense solidali”, un servizio di recupero delle eccedenze alimentari a favore delle fasce più deboli della popolazione.  

Il convegno è intitolato “Per una buona Regione” ed avrà inizio alle ore 17.00; verranno presentati anche i risultati di “Regusto”, l’esperienza locale che insieme a “Solido” ha posto Narni ai primissimi posti in Italia fra i Comuni virtuosi grazie ad un progetto innovativo per il recupero delle eccedenze a fini sociali.

“Nonostante lo spreco del cibo sia un tema attuale - spiega il sindaco De Rebotti - il settore agroalimentare italiano sperpera annualmente 15 miliardi di euro: ciò comporta un enorme impatto negativo in termini sociali, ambientali ed economici. Il Comune di Narni è impegnato già da anni in attività ecologiche e a favore della collettività”. Durante la conferenza sindaco e assessore, assieme al presidente della cooperativa Babele, Emanuele Costantini, illustreranno in che modo sono passati dalla teoria della legge regionale alla pratica.
Gioved├Č 14 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP