CORONAVIRUS

Giove, attesa per la decisione della Regione sulla zona rossa

Sabato 2 Maggio 2020 di Francesca Tomassini

GIOVE - "Come color che son sospesi" questo il sentimento che molti giovesi stanno condividendo in queste ore. Manca ormai pochissimo infatti al termine dell'ordinanza con cui il 23 aprile scorso la Regione aveva prolungato il periodo di zona rossa a Giove fino al 3 maggio, ma ancora il sindaco Alvaro Parca non ha ricevuto in merito nessuna comunicazione ufficiale. "Ad ora non ho notizie su quel che ci attende da lunedì - ha spiegato - sono in attesa". Sulla carta, il documento regionale recava come termine di zona rossa domani alle 20. In teoria perciò, anche senza ulteriori comunicazioni, Parca potrebbe attersi a quanto disposto in quella sede: «Gradirei comunque -precisa- un riscontro dalle autorità competenti, tenuto conto anche di tutto l'iter di screening diagnostico che è stato messo in atto su tutta la popolazione e dei risultati tutt'ora in fase di valutazione». In attesa che si pronuncino la  Direzione Sanitaria e la Regione, qualche segnale di apertura è arrivato dal consigliere regionale Daniele Nicchi. «dopo un lungo colloquio con la Presidente Donatella Tesei -ha dichiarato in un comunicato- con la quale peraltro ho mantenuto in questi giorni contatti quotidiani, analizzando i dati in suo possesso, sembra non vi siano più le condizioni per una proroga delle restrizioni, per cui speriamo tra qualche ora di poter scrivere la parola fine sulla vicenda relativa alla zona di Giove». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA