Foligno, i nipoti di Luca Innocenzi scrivono una letterina al plurivincitore portacolori del rione Cassero: «Zio, sei il nostro campione»

Foligno, i nipoti di Luca Innocenzi scrivono una letterina al plurivincitore portacolori del rione Cassero: «Zio, sei il nostro campione»
di Giovanni Camirri
3 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Novembre 2021, 13:44

FOLIGNO - “Caro zio Luca ci tenevamo tanto in questa serata che ti stiamo festeggiando le tue vittorie a fare anche noi una piccola sorpresa per te sperando di restituirti almeno un po’ della gioia che negli anni ci hai regalato”. Inizia così la letterina che i nipoti del campione della Giostra della Quintana, Luca Innocenzi, hanno dedicato al loro super zio cui sono legatissimi. Loro sono Vittoria(9 anni) Greta (13) e Alessandro (3). La lettera, una sorpresa nella sorpresa, l’hanno letta al super campione in occasione della festa delle vittorie e del poker di Giostra che il rione Cassero ha dedicato al cavaliere divenuto leggenda vivente, appunto Luca Innocenzi. Parole scritte col cuore che, oltre all’amore per lo zio campione e le sue imprese, spiegano cosa significa inseguire un sogno e, soprattutto, vivere la Giostra della Quintana, le sue emozioni, i suoi sacrifici e le sue vittorie.

L’ESEMPIO

“Volevamo tanto ricordarti – si legge ancora nella letterina - che tu per noi sei un grande esempio di forza ci sta insegnando come nella vita si deve credere e combattere per i propri sogni come l’impegno e la costanza riguardano. Sempre con grandi risultati per queste e molte altre regioni sei il nostro grande campione e siamo super fortunata ad averti con noi. Saremo sempre lì accanto a te continua a vincere per noi ti vogliamo un mondo di bene: i tuoi nipoti Vittoria Alessandro e Greta”. Bastano queste parole a spiegare il senso più profondo della Singolar Tenzone. La Giostra di Foligno è fatta di rioni e c’è il Comitato Centrale. Al centro, però, ci sono le persone, che sono i rionali, i popolani, i consiglieri, i priori e tutte le altre cariche. Ma sopra a tutto questo c’è la passione che al Campo de li giochi vede misurarsi i protagonisti principali che sono i cavalieri e i destrieri che diventano i binomi che si misurano in regolarità e velocità col simulacro del dio Marte. Un unicum incarnato da Luca Innocenzi e Guitto, la coppia in Giostra che, per i colori del rione Cassero oltre ad aver vinto Quintana in serie, detiene il record di pista, che ha visto cavaliere e cavallo crescere insieme spiegando a tutti, e i risultati lo dimostrano, che la Giostra è una ma la si vince in due lavorando sempre in simbiosi.

SINGOLAR TENZONE

Mentre il calendario accompagna tutti verso la fine del 2021 in ambito quintanaro si continua a lavorare per le edizioni del prossimo anno delle Giostre de “La Sfida” e de “La Rivincita” che saranno le ultime giostrate da Consigli rionali e Comitato Centrale in carica visto che il 2022 sarà l’ultimo anno di mandato. Si dovranno affinare preparazione, affiatamento di binomio e le strategie di Giostra. Perché a vincere sarà sempre il più bravo tra i bravi tra i 10 portacolori dei rioni. Intanto, in queste ultime settimane si sono completati i cambi di sella ed ecco quindi, rione per rione, il quadro dei cavalieri che si sta definitivamente delineando: Ammanniti, Tommaso Finestra; Badia, Lorenzo Melosso; Cassero, Luca Innocenzi; Contrastanga, Daniele Scarponi; Croce Bianca, Lorenzo Paci; Giotti, Massimo Gubbini; La Mora, Mattia Zannori; Morlupo, Alessandro Candelori; Pugilli, Nicholas Lionetti; Spada, Pierluigi Chicchini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA