Capodanno Rai a Terni: da Diodato a Morandi, tutti gli ospiti che si esibiranno

Capodanno Rai a Terni: da Diodato a Morandi, tutti gli ospiti che si esibiranno
di Aurora Povantini
3 Minuti di Lettura
Martedì 14 Dicembre 2021, 19:19 - Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre, 15:56

TERNI - La città è pronta. Brilla. Tutte le installazioni luminose sono state accese: dall’albero alto 22 metri in piazza Europa fino alla stella cometa lunga 17 in piazza San Francesco, passando per il tetto di stalattiti che da Corso Tacito si snoda lungo Largo Villa Glori. La pioggia battente dei giorni scorsi ha fatto ritardare la partenza del Natale di Terni. Ma alla fine, per l’arrivo dei tecnici chiamati dalla Rai per predisporre il palco dello spettacolo di Capodanno, la capitale dell’acciaio si presenta addobbata. Sono arrivati i primi tir in viale Brin. Il “timing”, ovvero il cronoprogramma, prevede che si proceda dapprima con l’allestimento tecnico e logistico dei locali: i camerini per i conduttori e gli ospiti, gli uffici per il personale di produzione e per la redazione. Solo dopo si passerà allo studio delle luci, alla costruzione del palco, alla predisposizione dell’area riservata al pubblico. Intanto ieri sono stati montati i gazebo per consentire all’Asl di effettuare i tamponi al personale Rai: un protocollo interno all’azienda impone che vengano sottoposti a test ogni 48 ore anche se in possesso del super Green pass.
Il 14 dicembre segna la vera partenza delle festività: si riempiono alberghi e ristoranti. Anche i negozi di prossimità si preparano a conquistare nuovi clienti. In centro non c’è vetrina che non sia stata incorniciata con ghirlande luminose. Anche se ufficialmente la stagione dello shopping più lunga dell’anno inizia l’8 dicembre, il giorno della festa dell’Immacolata, questa volta ad inaugurarla sembra sia il ritorno del bel tempo, che per puro caso coincide con l’arrivo degli operatori di RaiUno.
C’è fermento in città per il numero di persone che muove un evento di questa portata. Per i commercianti significa farsi conoscere. L’obiettivo non è incassare di più ma allargare la platea dei clienti. Pronti a sfoggiare la propria professionalità e a sfoderare i sorrisi più belli, pur di accompagnare le persone verso un buon acquisto. Per Stefano Lupi, presidente di Confcommercio, «il concerto di Capodanno è sicuramente un’occasione straordinaria per poter far lavorare le strutture ricettive, i pubblici esercizi e le attività commerciali, visto che per più di venti giorni avremo la presenza dei dipendenti Rai». E sottolinea: «Dal momento che rappresenta un mezzo per veicolare il territorio, starà a noi creare le basi affinché questo evento generi una ricaduta benefica in termini economici, evitando distinguo e parcellizzazioni inutili. La città ha l’obbligo di presentarsi unita nei momenti importanti, di mostrare una univocità di intenti da esercitare nella promozione e valorizzazione del nostro territorio. Le polemiche spicciole lasciamole fuori dalle visioni di una città che vuole essere nuova e diversa».
E’ chiaro, Lupi. Un evento che offre alla comunità la possibilità di farsi conoscere non può che fare un gran bene all’economia. Sul palco, al fianco di Amadeus, ci saranno: Fiorello, Mara Venier, Jovanotti e Nicola Savino. Tra gli ospiti certi: Nino Frassica, Orietta Berti, Irene Grandi, Achille Lauro, Diodato, Rettore, Zucchero, Alex Britti, Gianni Morandi, Colapesce e Dimartino.
«Il corpo di ballo arriverà una settimana prima e mi auguro che, passando per il centro cittadino, si possa concedere un selfie sulla scalinata del teatro Verdi illuminato». E' un invito ad ammirare gli addobbi del suo primo Natale di luci, acqua e magia, quello dell’assessore agli eventi Stefano Fatale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA