Camera di Commercio di Terni: il commissariamento è sospeso

Mercoledì 2 Settembre 2020 di Aurora Provantini

«Accogliamo con soddisfazione la notizia che le commissioni congiunte di Affari Costituzionali e Lavori Pubblici del Senato, su proposta dei Senatori Ferrari, Boldrini e Collina del Pd, Leonardo Grimani e Gelsomina Vono di Italia Viva, delegate alla trattazione del decreto hanno approvato l’emendamento per la sospensione degli effetti del decreto legge per gli accorpamenti delle Camere di Commercio».
In una nota congiunta Sandro Corsi e Italo Federici, della giunta della Camera di Commercio di Terni, dichiarano: «E’ un primo significativo passo contro lo smantellamento forzoso del nostro istituto camerale. Ringraziamo sentitamente chiunque si è battuto per questo primo importante esito a partire dalle migliaia di cittadini che hanno sottoscritto la petizione contro la chiusura, il sottoscrittore dell’emendamento Leonardo Grimani, il sindaco di Terni Leonardo Latini ed i sindaci dei comuni del territorio, i parlamentari di ogni partito che si sono attivati in questi ultimi decisivi giorni».
Una buona notizia: per ora non si andrà al commissariamento dell’ente che si prepara a consegnare alla città un libro sui suoi novanta anni di vita: “La Camera di Commercio di Terni nella storia del suo territorio dalle origini ai nostri giorni”. Si tratta di un volume che raccoglie due saggi, il primo scritto dallo storico Marco Venanzi analizza la situazione economica e il ruolo che ha avuto la Camera di Commercio di Terni dall’anno della sua istituzione fino al 2000, il secondo dal 2001 ai giorni nostri scritto dal giornalista Walter Patalocco.
Il libro verrà presentato mercoledì 9 settembre (alle ore 11) in Camera di Commercio alla presenza degli autori, del presidente Giuseppe Flamini,  di Giulio Sapelli e di Gianluca Perondi (centro per la cultura d’impresa).

© RIPRODUZIONE RISERVATA