Amelia, post sulla ministra Azzolina. L'assessora Sensini: «Commento inadeguato, ma le dimissioni di Pimpinelli non erano necessarie».

Amelia, post sulla ministra Azzolina. L'assessora Sensini: «Commento inadeguato, ma le dimissioni di Pimpinelli non erano necessarie».
di Francesca Tomassini
2 Minuti di Lettura
Domenica 1 Novembre 2020, 17:16 - Ultimo aggiornamento: 2 Novembre, 10:20

AMELIA - L’assessore alle politiche di genere del Comune di Amelia Antonella Sensini è intervenuta nel merito delle motivazioni che il 29 ottobre scorso durante l'ultima riunione di Giunta, hanno portato il presidente del consiglio comunale Leonardo Pimpinelli a presentare le sue dimissioni. "Il commento rivolto al ministro della pubblica Istruzione (pubblicato sulla bacheca social di Pimpinelli il 20 ottobre scorso ndr) -ha scritto la Sensini- è stato volgare e di cattivo gusto. Io sono contro la violenza di genere e condanno ogni linguaggio sessista perché parte di essa, a maggior ragione, se utilizzato per denigrare un avversario politico donna, ma nel fatto avvenuto non riscontro nulla di tutto ciò. 

Non si è trattato di una modalità violenta atta a togliere la parola all'avversaria -continua l'assessore- ma un commento successivo all'intervista che, seppur inadeguato e volgare da parte di un rappresentante politico a un ministro, poteva esaurirsi con le scuse a lei e alle donne in generale, cosa che è avvenuta tempestivamente, e dal mio punto di vista non necessitava di dimissioni. Ciò detto, riconosco a Pimpinelli in questa azione, un rispetto per le Istituzioni che gli fa onore".  

Messaggi di vicinanza alla persona e rispetto per come ha sempe svolto il proprio ruolo da Presidente del Consiglio Comunale, sono giunti anche da altri consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA