Verissimo, Eleonora Abbagnato: «Mamma ha la leucemia, lascio l'Opéra per starle vicino»

Sabato 25 Gennaio 2020
Verissimo, Eleonora Abbagnato: «Mamma ha la leucemia, lascio l'Opéra per starle vicino»

Verissimo, Eleonora Abbagnato ha raccontato il suo dramma familiare a Silvia Toffanin, dove è stata una delle ospiti principali della puntata: «Nei prossimi mesi lascerò l'Opéra di Parigi e tornerò a casa, in Italia». La ballerina palermitana, premiere etoile dell'Opéra di Parigi, ha spiegato che la sua decisione, seppur sofferta, è dovuta a problemi familiari. La mamma di Eleonora Abbagnato è malata di leucemia e la ballerina siciliana ha deciso di riavvicinarsi a casa per starle accanto: «Sono andata via dall'Italia quando ero solo una bambina di neanche dodici anni e l'Opéra di Parigi sembrava un sogno fuori portata, lei invece mi ha sempre incoraggiato molto, anche a distanza. Mia madre è una donna fortissima, che ha sempre tenuto la famiglia unita. Quando si è lontani, la famiglia tende a nascondere tutto: quando è morto mio nonno ed ero via da casa, mi avevano nascosto la notizia. Ora che so che tornerò in Italia, voglio stare vicino a mia madre: la malattia che l'ha colpita va superata anche e soprattutto grazie alla testa».

Verissimo, Michele Bravi per la prima volta in tv dopo l'incidente: «Sto tornando a vivere»


 

Eleonora Abbagnato: «Mio marito mi appoggia sempre»

«Continuerò a ballare, non avrò certo gli stessi ruoli ma non posso neanche smettere all'improvviso con la mia carriera. Mi mancherà tantissimo Parigi, così come l'Opéra. Lì i ballerini vanno in pensione a 42 anni, prima che arrivassi il limite d'età era fissato a 45 mentre in Italia si può lavorare fino a 46 anni» - ha spiegato Eleonora Abbagnato, moglie dell'ex giocatore di Juve e Roma Federico Balzaretti - «Mio marito mi appoggia sempre, è entusiasta del mio ritorno in Italia e lui è come me, non avrebbe mai smesso di giocare a calcio così presto se non fosse stato per quell'infortunio cronico che penalizza eccessivamente un calciatore professionista di ruolo terzino. Anche ora, si allena spesso e ci tiene al fisico. Oltre ad essere un grande marito, è un grande papà e lo sta dimostrando con le figlie, sia le nostre che quelle avute da una sua precedente relazione. Non faccio distinzioni: so che non sono le mie figlie, ma le amo come se lo fossero e voglio renderle felici».

Katia Ricciarelli a Verissimo: «Un frate tradì la mia fiducia, mi voleva solo per lui: tentai il suicidio»

 

Ultimo aggiornamento: 18:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani