​Eurovision song contest, ​​Mahmood arriva secondo, Madonna a sorpresa con bandiere
di Israele e Palestina

Sabato 18 Maggio 2019
Mahmood e i ballerini di Madonna con le bandiere di Israele e della Palestina

Eurovision Song Contest ancora stregato per l'Italia: Mahmood a Tel Aviv arriva secondo dietro l'Olanda nonostante il grande successo per l'esibizione dell'artista vincitore di Sanremo con Soldi - accreditato nei pronostici insieme ad Olanda, Svezia, Francia e anche Australia - che ha tenuto la sua performance come 22° concorrente. Molto trascinante il suo show: tutti in piedi gli oltre 8mila spettatori per seguire la canzone che alla fine viene premiata da un'ondata di applausi.

Ovazione anche per la sorpresa durante lo show di Madonna, l'attesissima guest star della serata che ha lanciato un messaggio di pace facendo abbracciare due ballerini che portavano ricamate sugli abiti le bandiere di Israele e della Palestina. Una performance che gli organizzatori del Contest non hanno gradito.

LEGGI ANCHE: Eurovision, Mahmood e i gay: no al coming out. E scoppia la polemica

Mahmood, la cui canzone è comunque la più "scaricata" su Spotify, ha davvero tenuto testa ai concorrenti più accreditati della vittoria finale a cominciare dall'effettivo vincitore, l'olandese Duncan Laurence che ha cantato Arcade: tra i voti delle giurie popolari e il televoto il cantante dei Peasi bassi ha messo in tasca 492 punti mentre Mahmood si è fermato a 465 (212 dei quali dalle giurie popolari). Impetuoso il sorpasso del milanese davanti al traguardo: il televoto gli assegnato la valanga di 253 preferenze che l'hanno portato momentaneamente in testa. Poi la doccia fredda dei televoti per l'Olanda che hanno permesso a Duncan di trionfare al fotofinish. Una grande gara, in ogni modo, per Mahoomod: solo Madonna è stata più applaudita di lui.  E anche il responso del televoto è stato da record: per lui hanno votato le giurie popolari di Germania, Malta, San Marino, Belgio e Croazia portandolo al quarto posto prima dell'addizione dei televoti. 

Al terzo posto si è classificata la Russia con Scream interpretata da Sergey Lazarev  (369 punti). La prossima edizione si terrà quindi in Olanda.  

 

E' dal 1990 che la vittoria sfugge all'Italia che tuttavia dal 1997 al 2010 non partecipò al contest: allora toccò a Toto Cotugno (Insieme: 1992), mentre per la vittoria precedente bisogna risalire alla prima edizione del 1964 in cui trionfò Gigliola Cinquetti con Non ho l'età. Nel 2011 Raphael Gualazzi partecipò con Madness of Love, versione in italiano e inglese di Follia d'amore, arrivando secondo, come Mahmood. 

Laurence Duncan con Netta Barzilai, vincitrice della scorsa edizione. 

LA SERATA
L'atto finale del contest prevedeva 26 concorrenti. Tutto in diretta su Rai Uno. I presentatori sul palco sono stati  Bar Refaeli, Erez Tal, Assi Azar e Lucy Ayoub, mentre per l'Italia abbiamo  Flavio Insinna e Federico Russo. Insinna ha fatto un un gran tifo per Mahmood invitando anche i cittadini di altri paesi a votarlo.

La sorpresa di Madonna
Ad aprire la gara è stata Malta, a chiuderla la Spagna. Durante le operazioni di voto, è stata la volta di Madonna: la pop star americana ha scelto una versione nuova di zecca per i 30 anni di 'Like a prayer' e poi 'Future', brano inedito dal suo prossimo album 'Madame X' in uscita a giugno. Nella prima canzone Madonna si era presentata accompagnata da un coro di monaci benedettini, mentre il suono delle campane introduceva l'hit. Nella seconda, l'artista con una benda su un occhio e un vestito corto, ha dato una prova delle nuove sonorità punto di forza del prossimo album. Un brano, eseguito insieme al rapper americano Quavo, dal timbro ipnotico e di grande efficacia tanto quanto il palco trasformato per l'occasione in un monastero, con la cantante che si è esibita fra due ali di monaci incappucciati.

«La musica ha il potere di mettere insieme le persone», ha detto Madonna citando le parole di una sua canzone del 2000. In un possibile riferimento alle pressioni nei suoi confronti dei movimenti pro palestinesi di boicottare il festival, la pop star ha poi aggiunto: «mai sottovalutare questo potere». Rivolgendosi ai cantanti in gara ha quindi detto: «Ricordate che siete tutti vincitori». 

Il messaggio di pace (non annunciato)
Una bandiera israeliana sulla schiena di un ballerino e quella palestinese su quella di un'altra, con i due che si abbracciano al termine della canzone. È il messaggio lanciato da Madonna dal palco mentre cantava Future.

L'Unione europea di radiodiffusione (Ebu) ha poi precisato in un comunicato di non aver approvato preventivamente l'esposizione delle bandiere israeliana e palestinese nell'esibizione di Madonna nell'Eurovision Song Contest. Quella parte dello show non era comparsa nelle prove, ha precisato la Ebu citata dal Times of Israel. «L'Eurovisione song contest - ha ribadito - è un evento non politico, e Madonna ne era conoscenza».

Sicurezza
La finale sarà trasmessa su un mega schermo al Villaggio del festival sul lungomare di Tel Aviv, nella parte sud, dove si attende una grande folla e che sicuramente sosterrà Kobi Merimi, il concorrente israeliano. Rafforzate tutte le misure di sicurezza in città, dove migliaia di agenti di polizia vigilano sullo svolgimento dell'evento. 

Netanyahu non va
Sara Netanyahu ha assistito dall'arena alla finale, mentre il primo ministro israeliano ha deciso di rinunciare «per motivi di sicurezza». Lo riferiscono i media locali secondo cui nella sala della gara musicale sono presenti anche l'ambasciatore degli Stati Uniti David Friedman e la moglie.

 

COME SI TELEVOTAVA
Da ricordare che il televoto, determinante per la vittoria del contest, impedisce di votare un cantante dal paese di provenienza: ovvero dall'Italia non è stato possibile votare Mahmood (codice 22): e ogni anno sono tantissimi i voti sprecati perché questa regola non è abbastanza conosciuta. I gruppi di ascolto più organizzati mobilitano allora amici e parenti in altri paesi. L'Eurovision, al di là del valore musicale delle esibizioni che è altalenante, negli anni è tuttavia diventato un pretesto per aggreggare gli emigrati nei paesi dove sono stati accolti. In tutta Europa, allora, molti dei giovani italiani si danno appuntamento in abitazioni e locali per fare il tifo per il cantante vincitore del Festival di Sanremo.  I maggiorenni potevano esprimere fino a 5 voti chiamando il numero 984222, oppure inviando sms al numero 4754750. Il costo massimo era di 0.51 euro. Era possibile anche votare con l'app Eurovision. Il televoto è stato chiuso 6 minuti dopo la mezzanotte.

La prima a salire sul palco è stata Michela Pace, in arte Michela, artista di Malta e vincitrice dell'edizione locale di X Factor, col brano Chameleon. Tocca poi all'Albania, con Jonida Maliqi e il brano Ktheju tokës. I terzi ad esibirsi sono i rappresentanti della Repubblica Ceca, i Lake Malawi con Friend of a friend. Tocca poi alle tedesche Sisters, col brano Sister, e al russo Sergey Lazarev col brano Scream. La sesta ad esibirsi è Leonora, artista danese, col brano Love is Forever (curiosità: è scritto e cantato in inglese, francese, tedesco e naturalmente il danese che tuttavia all'Eurovision non si sentiva dal 1979).

Ultimo aggiornamento: 19 Maggio, 16:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma