Nel regno del videogame è battaglia tra le console

Lunedì 15 Giugno 2020 di Michele Boroni

Dopo alcuni anni di sostanziale tranquillità nel mercato videogame, riparte la battaglia delle console tra Sony e Microsoft. Nelle ultime settimane entrambe le aziende hanno presentato i loro ultimi modelli - rispettivamente PS5 e Xbox Series X – che si preannunciano ricche di novità e con qualche sorpresa. C’è da dire che, rispetto a qualche anno fa, il contesto è molto cambiato, con l’arrivo dei videogiochi in streaming, la concorrenza sempre più agguerrita di Nintendo Switch e degli smartphone-tablet che “rubano” tempo ed energie dei videogamer. Per questo molto si deciderà sulle decisioni che verranno prese in sede di lancio, sulla data e sul prezzo (che ancora non sono noti, ma si parla di metà novembre e un prezzo medio per entrambi tra i 450 e i 500 euro).

RETTANGOLO
Iniziamo da Xbox Series X (che inizialmente doveva chiamarsi Scarlet) il primo ad essere stato presentato alla stampa e al pubblico. Il design della nuova console ricorda da vicino un computer, un rettangolo minimal più stretto e più alto di un pc tradizionale, non particolarmente invadente. La novità sta nella potenza del processore AMD Zen 2 in grado di garantire prestazioni grafiche fino a 12 Teraflops - il doppio di Xbox One X e otto volte più potente di quello della One - con una nuova architettura grafica in grado di sostenere la risoluzione 8K, 120 fotogrammi al secondo e il ray tracing, ossia la possibilità di dare una spinta a livello grafico che migliori le luci e le ombre nel gioco facendole diventare pressoché identiche al mondo reale. L’altra caratteristica vincente è la completa retro-compatibilità che consente di poter giocare sulla nuova console con tutti i giochi delle quattro precedenti versioni di Xbox. Phil Spencer, capo della divisione Xbox dentro Microsoft, ha annunciato che la Series X sarà progettata per un futuro nel cloud, combinando hardware e software in modo tale da rendere possibile l’utilizzo dei giochi anche al di fuori della console. È possibile quindi che sia già al lavoro su una seconda versione del prodotto, più piccola ed economica per il 2021. Il nuovo controller wireless Xbox è leggermente più piccolo ed ergonomico: in più ci sarà un bottone “Condividi” per rendere semplice l’acquisizione di schermate e clip di gioco da pubblicare su Twitch. Tra gli annunci dei giochi poche novità esclusive esaltanti: il seguito della storica serie Halo (Halo Infinite), lo sparatutto molto scenico Bright Memory Infinite, il cyberpunk The Ascent e il simulatore di volo Chorus, oltre ai vari giochi di terze parti multipiattaforma (Assassin’s Creed Vlhalla, Dirt 5). Playstation 5 (PS5) è stato annunciato da Sony in due versioni, un modello standard con un drive Ultra HD Blu-ray Disc e un modello digitale senza supporto e dal design più snello.

 IL LOOK
Look aggressivo bianco e nero con qualche dettaglio in blu. I numeri relativi a processore e memoria sono inferiori alla nuova Xbox, ma ci sarà una particolare cura sull’acustica sempre più immersiva. PS5 avrà un nuovo controller Dual Sense che garantirà l’esperienza più coinvolgente puntando sulle funzionalità tattili più potenti del Dual Shock e sarà dotato anche di microfono e amplificatore. Anche PS5 sarà retro-compatibile, ma al lancio della console saranno compatibili solo un centinaio di titoli, ovvero i più giocati sulla console Sony. Durante la diretta streaming dei giorni scorsi sono stati presentati alcuni trailer di giochi che usciranno con il lancio di PS5, come le esclusive Marvel’s Spider-Man Miles Morales e Gran Turismo 7 o titoli di terze parti come NBA 2K21 e Resident Evil Village, tuttavia non si sono percepite perfettamente le performance e capacità della nuova console. Ma quindi alla fine chi vincerà la “battaglia”? I numeri darebbero ragione a Xbox, però c’è da tener conto che Sony ha il grande vantaggio derivante dal successo di PS4. La storia ci insegna che a fare la differenza saranno soprattutto i giochi in esclusiva. Infine, come già detto la partita si deciderà anche per le decisioni su prezzo e data di lancio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA