Huawei Mate Xs, ecco il nuovo smartphone pieghevole 5G

Lunedì 24 Febbraio 2020 di Francesco Malfetano

Un altro smartphone pieghevole e un nuovo tablet in 5G. La cancellazione del Mobile World Congress di Barcellona a causa dei timori per il coronavirus (e anche la situazione in Lombardia) ha stravolto i piani di Huawei per il 2020 ma, ovviamente, non ha fermato la cosiddetta “stagione delle presentazioni”. Così oggi, 24 febbraio, il Ceo Richard Yu nel corso di un evento online trasmesso su tutti i canali social dell’azienda cinese non solo ha presentato i nuovi dispositivi in arrivo sul mercato ma anche annunciato l’arrivo per il 26 marzo della nuova serie pieghevole P40

LA STRUTTURA
In ogni caso il grande protagonista di oggi è Huawei Mate Xs, il secondo foldable dell’azienda che arriverà sul mercato (la data verrò comunicata nei prossimi giorni) con il prezzo di 2.599 euro. In risposta alle polemiche sulla tenuta effettiva di questa categoria di dispositivi, il colosso cinese ha reso più solida «dell’80%», garantisce Yu la struttura dello smartphone grazie al nuovo design Falcon Wing che presenta più di 100 componenti a incastro. Realizzata con un metallo liquido a base di zirconio, la nuova cerniera è molto più resistente e rende semplice e lineare l’apertura a 180°. Il tutto per proteggere gli schermi: il principale da 6,6 pollici e il secondario da 6,38 che, se aperti in “formato tablet”, si trasformano ottenendo una diagonale da 8 pollici.

IL PROCESSORE
A cambiare è anche “l’anima” del foldable. Non solo perché anche Mate Xs come gli altri telefoni del colosso cinese dovrà fare a meno dei Google Mobile Services, ma soprattutto per il processore montato sotto la scocca: Kirin 990 5G è infatti il più potente che il produttore ha a disposizione al momento e promette prestazioni monstre. Confermata invece la partnership con Leica per le fotocamere, tant’è che il dispositivo ne ha 4 posizionate sulla barra laterale: una camera principale da 40MP (grandangolare, f/1,8), una fotocamera ultra grandangolare da 16MP (f/2,2), un teleobiettivo da 8MP (f/2,4, OIS) e una fotocamera 3D Depth Sensing Camera. Ovviamente a spingere Mate Xs sarà EMUI 10.0.1, il sistema operativo di Huawei basato su Android e Open Source.

Nel corso della presentazione infatti, Yu si è concentrato anche molto sulla narrazione della capacità del colosso cinese di fare a meno dei servizi di Google e sull'assoluta sicurezza dello AppGallery, lo store di Huawei, che garantiscono stanno ampliando sempre di più. Come ha sottolineato il deputy general manager di Huawei Pier Giorgio Furcas «Oggi Yu ha scaricato una discreta potenza di fuoco a partire proprio dal nostro ecosistema che non si compone più solo di prodotti ma anche servizi». Un progetto che ormai va avanti da 10 anni e punta a rafforzare la posizione sul mercato di Huawei dopo le turbolenze dello scorso anno. D’altro canto, sottolinea Furcas «i prodotti restano centrali e il Mate Xs è stato il grande protagonista di oggi perché migliora quanto fatto già lo scorso anno non solo per il 5G ma anche per degli aggiustamenti che lo rendono più sicuro e resistente». Nessuna polemica sui quasi 2599 euro necessari per portarselo a casa: «Li vale tutti anche in virtù di quello che abbiamo visto dalla concorrenza» e poi, spiega, «il prodotto ha due anime ed è sia per utenti business, ad esempio con la possibilità di dividere lo schermo per usare più app, sia per i consumatori che vogliono giocarci o vedere video».

IL TABLET
Oltre al pieghevole in Italia arriverà anche il MatePad Pro, il tablet targato Huawei da 10,8 pollici 2k che si distingue per il miglior rapporto di schermo sul mercato grazie ai bordi davvero minimi e al fatto di essere super sottile con i suoi appena 77,2 mm oltre che molto leggero (460 gr.). Anche sotto la sua scocca si trova il Kirin 990 5G. Tuttavia ciò che lo rende diverso dagli altri è la «landscape view», una visione orizzontale che consente di utilizzare un numero maggiore di app e quindi avere più funzioni a disposizione nello stesso momento. Il tutto supportato da una batteria da 7.250 mAh che garantisce un’importante autonomia. Non solo, MatePad Pro introduce anche alcune innovazioni che aumentano l’interazione tra dispositivi e utente come Huawei Share che consente la collaborazione multi-schermo tra i dispositivi. Una peculiarità che spinge sempre più questo prodotto ad essere un valido sostituto dei laptop, anche grazie all’integrazione con la tastiera magnetica e con Huawei M-Pencil, il pennino dell’azienda cinese.

MODELLI E PREZZI
Huawei MatePad Pro sarà disponibile prossimamente in Italia in quattro colori (Forest Green, Orange, Pearl White and Midnight Grey) e due finiture (la vegan che ricorda la vera pelle e il vetro dei modelli Peal White e Midnight Grey) al prezzo di 549.90 euro nella configurazione 6GB + 128GB Wi-Fi. Huawei Keyboard e Huawei M-pencil saranno acquistabili separatamente al prezzo di 129.90€ e 99.90€ rispettivamente.

Ultimo aggiornamento: 16:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua