Wimbledon, l'Atp: il torneo non assegnerà punti validi per il ranking. Pugno duro per esclusione russi e bielorussi

Atp: la discriminazione da parte dei singoli tornei non è praticabile

Wimbledon, l'Atp: il torneo non assegnerà punti validi per il ranking
3 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Maggio 2022, 20:36 - Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 14:42

La decisione di escludere i tennisti russi e bielorussi mina l'integrità del ranking Atp e l'accordo sul meccanismo che regola le classifiche. Con questa spiegazione, l'Atp ha annunciato «con grande dispiacere» di dover rimuovere i punti da Wimbledon 2022

«A Wimbledon niente punti per il ranking»

Una decisione che era nell'aria, ma non per questo meno prorompente, specie perchè colpisce il totem del tennis mondiale, il torneo più antico al mondo, il più ambito, il più ricco, che in queste condizioni, nella sua versione maschile, sarà in pratica un'esibizione. Non resteranno nemmeno i punti di Wimbledon 2021, spiega l'Atp sul proprio sito ufficiale. I punti guadagnati l'anno scorso, infatti, «usciranno dalle classifiche come prescrivono le regole al termine delle 52 settimane dall'evento dello scorso anno. Per cui nel ranking del 2022 i giocatori non avranno punti riferiti al torneo di Wimbledon». Una doppia beffa per i partecipanti, che pagheranno le scelte degli organizzatori e della federtennis britannica (Lta) di escludere russi e bielorussi, interpretando nella maniera più estrema le linee guida del Governo di Londra per le federazioni sportive per 'colpirè su tutti i fronti Mosca e Minsk per la guerra all'Ucraina.

La motivazione

Secondo l'Atp, poteva bastare che gli atleti si iscrivessero come neutrali, senza denunciare il regime russo ma evitando di esprimere sostegno all'invasione. La scelta estrema della Atp resta circoscritta a Wimbledon e non agli altri tornei Atp in calendario in Gran Bretagna (come Queen's o Eastbourne), in quanto pur essendo chiusi anch'essi a russi e bielorussi, questi atleti hanno a disposizione in contemporanea altro tornei cui partecipare. Wimbledon invece in calendario è da solo e quindi, sottolinea Atp, compromettere l'integrità delle iscrizioni ai Championship mette a rischio l'intero meccanismo di formazione delle classifiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA