CORONAVIRUS

Coronavirus, Thiem dice no al fondo di solidarietà: «Denaro a chi serve»

Domenica 26 Aprile 2020
Poca racchetta, tanti social e interviste. Anche i tennisti sono costretti per lo più ad allenarsi a casa e aspettano di conoscere il loro futuro, così vengono fuori proposte e iniziative, come quella di costituire un fondo di solidarietà per aiutare i giocatori in difficoltà, portata avanti da stelle come Novak Djokovic e Roger Federer. A rispondere picche è un altro top player, l'austriaco Dominik Thiem, secondo il quale non ci sono giocatori, neanche di bassissima classifica, a rischio sopravvivenza «Tutto l'anno, vedo molti che non danno tutto al tennis - afferma Thiem in un'intervista a Kronen Zeitung-. Molti non sono molto professionali. Non vedo perché dovrei dare loro dei soldi. Preferisco dare a persone o istituzioni che ne hanno davvero bisogno. Nessuna professione al mondo ti garantisce un grande successo all'inizio della carriera - insiste -, nulla è garantito e bisogna lottare continuamente per la nostra classifica». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani